Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 47.537.962
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 13 giugno 2018 alle 13:30

Lecco: 3 milioni per comprare la sede di Marco d'Oggiono, in bilancio spese anche per il Kennedy e il caporalato

La sede di via Marco d'Oggiono
Presentata ieri sera in commissione seconda la prima variazione di bilancio sull'esercizio 2018, che verrà discussa in consiglio lunedì prossimo dopo l'approvazione del Rendiconto 2017. Dopo l'introduzione di Anna Mazzoleni - l'assessore competente - è stato il dirigente Marco Sordelli a illustrare il contenuto della delibera: "La variazione che abbiamo predisposto è la classica variazione post-rendiconto dell'applicazione dell'avanzo che anche in questo caso ha potuto finanziare alcune spese alla luce dei fabbisogni manifestati dai settori come urgenti. La variazione è organizzata in modo da recepire una serie di maggiori entrate che finanziano una serie di maggiori spese, alla luce dell'avanzo e di altre forme di finanziamento". Nei primi cinque mesi dell'anno infatti si sono concretizzate maggiori risorse correnti accertabili a bilancio: 200mila euro di contributo regionale per gli asili nido convenzionati, 70 mila euro per interessi attivi su vecchi canoni demaniali, 6.500 euro da un contributo regionale per un progetto sul caporalato in capo alla Polizia locale, 74mila euro vengono dalla Cariplo per alcuni interventi ai Musei manzoniani e infine ci sono 394mila euro di proventi dal recupero delle evasioni dell'Imu. Ci sono delle maggiori entrate derivanti dalla quota di distribuzione tra i soci di riserve straordinarie da parte di Lario reti holding che per Lecco vale un milione nel 2018, un milione e mezzo del 2019 e 700mila euro nel 2020. Sempre in conto capitale in questi primi mesi dell'anno sono entrati nelle casse di Palazzo Bovara: 125mila euro per le manutenzioni del ponte Kennedy, 24mila per Cult city, 64mila euro di indennizzi per l'attività estrattiva delle cave (maggiori entrate) e 300mila euro ancora dalla Cariplo per i Musei manzoniani. Tutte queste entrate non previste andranno a finanziare altrettanti voci della spesa corrente non messe a bilancio che hanno carattere di urgenza: 25mila e spiccioli di rimborsi ai dipendenti a vario titolo, 19mila invece ai consiglieri comunali, 12.500 euro per la quota associativa del Consorzio Pim, 40mila per la mappatura delle acque meteoriche, 6mila euro costano gli interessi di mora per il ritardato pagamento dei canoni demaniali, 4mila invece la restituzione delle sanzioni edilizie. 6.500 euro andranno al progetto caporalato, 6mila euro per perizie e altre consulenze di tipo legale, 45mila per attività culturali e 74mila per i Musei Manzoniani, 28mila per i centri estivi, 58mila per il turismo. Ci sono poi 200mila euro di trasferimenti a nidi e altrettanti al Politecnico. Chiuso il capitolo delle spese in conto corrente, le maggiori entrare potranno finanziare anche alcuni voci a bilancio in conto capitale: l'acquisto di attrezzature Dehors per 26mila euro, il progetti Cult city per 63mila euro, le ristrutturazioni del ponte Kennedy per 500mila euro, 300mila euro costeranno gli interventi al Museo manzoniano e 185mila la progettazione per il Teatro della società, 260mila andranno infine per l'asfaltatura dei cortili delle scuole. Altri interventi verranno invece finanziati applicando una quota dell'avanzo di gestione, nello specifico poco meno di 4.300.000 euro, di cui 3milioni serviranno per l'acquisto dell'edificio strumentale di via Marco d'Oggiono "un'operazione questa - precisa il dirigente - che ci consentirà di ridurre di parecchio l'indebitamento previsto".
M.V.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco