Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 61.293.092
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 01 luglio 2018 alle 16:45

Sarà con la musica che gira intorno, GiugaRock pensiero giovanile stupendo

Cara Leccoonline
Nel cuore di Lecco, con giovani e anche no, che stanno davanti al palco apposta, altri più grandi e anche no, che ci passano, si fermano un po', e poi tornano a passeggiare per il Centro, per poi ancora ritornare, fermarsi, ascoltare e sereni ricominciare.
È anche questo il bello collaterale del GiugaRock di quest'anno.
Un valore diverso, una modalità diversa per il Festival delle bande emergenti giovanili di Lecco che in questi due weekend sta vedendo svolgersi, dopo le serate nei locali, le finali in Piazza Garibaldi.
Gruppi e giovani cantanti che fanno musica. E intorno aggregazione, comunità, tempo liberato. Lecco.
Certo la loro musica non è ancora la mia, ma la forza importante è che è la loro. Quello che in realtà è con le stesse note, di tutti: vita, amore, rabbia, forza, gioia, allegria…e tutto e niente.
Insomma, una medicina senza effetti collaterali, uno spumante con infinite bollicine.
È stato bello ascoltarli.
Si sentiva la passione, il piacere di suonare, il sentirsi a casa e ovunque, mai fuori posto.
Un palcoscenico quello di Piazza Garibaldi, dove è altrettanto palese, come questo Festival sia oltre che un percorso artistico e di valorizzazione, anche aggregativo e di condivisione.
Dove le band giovanili imparano a comunicare, a raccontarsi e a veicolare emozioni e stati d’animo con i testi delle canzoni, la melodia di una musica. Le canzoni raccontano con immediatezza il loro vissuto, le loro esperienze, la loro rabbia, il loro sentirsi, i loro sogni.
Ed è uno dei meriti di questa scelta di sostenere e portare nel cuore della Città questo Festival giovanile, da parte dei promotori.
Un week end bello da incrociare, da ascoltare, nei linguaggi della musica in questi tre giorni, rap, pop, folk, rock, in inglese, italiano, dialetto laghee,
E settimana prossima, altri giovani, di altri luoghi del mondo, con altre modalità, saranno in forma di coro, doneranno alla Città, che diventa per l'occasione capitale della musica corale, la qualità e il linguaggio in note per il 13° Festival internazionale "Zelioli" dei cori giovanili, organizzato da Harmonia Gentium.
Come diceva Bob Dylan, “Il bello della musica è che quando ti colpisce non senti dolore”.
E stasera, un consiglio prima dei fuochi d'artificio, usciamo prima, i Pinguini Tattici Nucleari che suonano sul Palco del GiugaRock saranno un'ulteriore sorpresa piacevolissima, illuminante.
Paolo Trezzi
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco