Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 52.358.338
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 08 luglio 2018 alle 23:59

Vercurago: dal Lago la benedizione di don Roberto ai fedeli, col naso all'insù per i fuochi

Serata scintillante quella di quest'oggi - domenica 8 luglio - a Vercurago: le friggitrici della Festa del Pesce hanno continuato a sfrigolare alla grande con i volontari impegnati a servire decine e decine di commensali seduti lungo le tavolate allestite sotto il tendone azzurro nel Parco Gramsci.

Lo scenario si è poi spostato poco più a "valle" sul lungolago, per lo scintillante spettacolo pirotecnico offerto a parrocchiani e cittadini dalla Pro Loco, quale omaggio a don Roberto Trussardi, parroco ormai "emerito" visto l'imminente trasferimento a Bergamo dove si occuperà, come sta già facendo a scavalco, della Caritas Diocesana, seguendo altresì la parrocchia di Valtesse.

Ugo Carsana, il sindaco Carlo Greppi e don Roberto a bordo di una delle Lucie che hanno illuminato il Lago

Proprio quest'ultimo, all'imbrunire, mentre il cielo cambiava colore passando dalle tinte rosse del tramonto al buio della notte, è stato caricato a bordo di una delle imbarcazioni messe a disposizione dal Gruppo manzoniano Lucie di Lecco con il sindaco Carlo Greppi e il "tuttofare" della Pro Loco Ugo Carsana per poi impartire, al centro dello specchio d'acqua, la benedizione "non al Lago" - ha puntualizzato - bensì a tutti i presenti, invitandoli a fare proprio l'invito espresso dal primo cittadino che ha chiesto loro di "voler bene a Vercurago", non soffermandosi solo sulle imperfezioni che certo vanno sistemate ma apprezzando, anche e soprattutto, il bello della comunità, restando uniti.

VIDEO




"Ci sono persone che danno scontato vivere in un luogo così" ha detto a sua volta il sacerdote, apprezzando lo "sfondo" della serata e dunque le montagne alle spalle di un tratto di Adda illuminato con innumerevoli lumini galleggianti, liberati per rendere ancora più suggestiva una location già di per sé attraente.

"Sabato prossimo si terrà la prima notte sul Lago, iniziativa con la Pro Loco, l'oratorio e le associazioni che ormai da tempo collaborano insieme. Ecco mi auguro che questo rapporto, nel tempo, non venga meno" ha detto, invitando poi grandi e piccini radunati sulla riva a unirsi in preghiera, prima di alzare lo sguardo verso il cielo per i fuochi che nel loro turbinio di filamenti incandescenti e botti hanno catalizzato l'attenzione dei presenti, tra "wow" e "guarda questo, guarda quello".

Ed al centro del Lago, anticipato dalle parole emozionate di Carsana, non è mancato anche il "grazie" luminoso per don Roberto, ulteriore omaggio di Vercurago a un sacerdote entrato davvero nel cuore di tutti.
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

A.M.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco