Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 67.724.822
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 25 luglio 2018 alle 15:26

In viaggio a tempo indeterminato/34: hanno provato a derubarci... 2 scimmie

In questo nostro lungo viaggio abbiamo deciso di rimanere leggeri.
Uno zaino grande da 50 litri sulle spalle con vestiti e sacco a pelo nonchè un altro zainetto piccolo con le cose di valore da tenere sempre con noi. Che poi in realtà di cose "costose" ne abbiamo solo 3: un computer, un telefono e una macchina fotografica. Niente attrezzature speciali o chissà che altro, anche perchè viaggiando sui mezzi pubblici e stando spesso negli ostelli, non volevamo rischiare. E così a queste 3 cose di "valore" stiamo un po' più attenti del dovuto, anche perchè basterebbe perderne una per superare in un attimo il budget di un paio di mesi di viaggio.
In Cambogia, è andato tutto secondo i piani e così, non avendo particolari imprevisti, siamo rimasti nei nostri 10 euro a testa al giorno. Per l'esattezza 9.30€ e nel video a questo link ci sono i dettagli.
In Thailandia, invece, abbiamo per un attimo temuto di perdere lei... l'occhio attento, preciso e scattante del nostro viaggio: la fotocamera.
Hanno cercato di rubarcela dallo zaino in qualche città?? No!
Ce la siamo dimenticata appoggiata da qualche parte?? No!
Ci è caduta mentre cercavamo di fotografare una cascata?? No!
Delle scimmie hanno cercato di toglierla di mano a Paolo mentre scattava una foto.


Sappiamo che sembra un po' quella scusa del tipo "Maestra, il cane mi ha mangiato i libri e non ho fatto i compiti!", ma è andata proprio così. Eravamo a Lopburi, una piccola cittadina a nord di Bangkok, famosa appunto per il Tempio delle scimmie. Si tratta di un tempio in rovina letteralmente invaso da centinaia di macachi di ogni età e stazza. Ecco come si sono svolti i fatti...


"Ok, Angela mettiti lì che ti faccio una foto"
Neanche il tempo di girarmi e mettermi in posa che noto due simpatiche scimmiette fare un balzo verso Paolo.
Si aggrappano alla sua maglietta e mentre dovrei essere gelosa per questo abbraccio così caloroso, mi accorgo che puntano alla fotocamera cercando di prenderla. I casi sono due... o l'hanno scambiata per un panino, o sono fotografe professioniste e vogliono cimentarsi nello scatto perfetto.
Nel dubbio mi metto a urlare, tanto che persino le scimmie si bloccano e mi guardano come per dire "ma sei pazza??".
Le urla però hanno funzionato, le due pelose si allontanano da Paolo e tornano ad arrampicarsi sulle mura del tempio. Ce ne andiamo anche noi, questo incontro ravvicinato non era proprio programmato... e per fortuna la fotocamera è tornata con noi, sana e salva!
Articoli correlati:
16.12.2017 - IN VIAGGIO A TEMPO INDETERMINATO
Angela e Paolo
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco