Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 50.449.552
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 11 agosto 2018 alle 09:47

Mandello: i fuochi e le lucie incantano sulle rive del lago

Si è conclusa con il botto nella serata di venerdì 10 agosto l'annuale celebrazione mandellese del patrono San Lorenzo, festa durata tre giorni tra manifestazioni e spettacoli. A fare da cornice le ormai classiche bancarelle di prodotti tipici, un ''evergreen'' molto apprezzato e piacevole per i visitatori, insieme ad una parata delle lucie illuminate ed ovviamente allo spettacolo pirotecnico sul lago, ogni anno più bello.

Per quest'occasione non si è mobilitato solo il Comune, che ha organizzato gli spazi chiudendo il traffico intorno al parco e gestendo la grande affluenza di persone, ma anche la popolazione, che ha colto l'occasione della festa per proporre accompagnamenti musicali, menù speciali e serate a tema: dal lido, con il suo calmo e maturo accompagnamento in chiave ''smooth jazz'' alla cena, ai bar del centro, con la musica moderna e drink.

VIDEO


L'interesse per la festa si può sicuramente dire essere stato notevole, con il paese completamente pieno di automobili in ogni posteggio disponibile di chi, turista o semplicemente abitante dei comuni vicini, ha voluto assistere allo spettacolo pirotecnico della serata.

Insieme alla piccola regata di quattro lucie del gruppo manzoniano (presente con le barche di Garlate, Olginate, Oliveto Lario e Vercurago) sono stati molti i velisti che si sono spostati verso Mandello, ma sono stati ancora di più quelli che hanno illuminato per l'occasione piccole imbarcazioni da pesca a motore o a remi, per potersi avvicinare di più alla chiatta dei fuochi. Nonostante i temporali delle ultime sere, venerdì il tempo è stato clemente fino a notte fonda, con un cielo terso, indisturbato dal vento e scuro abbastanza presto da far partire lo spettacolo in orario, verso le 22, quando una folla di persone si era già spostata sulle rive e sulle spiagge mandellesi per godere di oltre 30 minuti di fuochi e luci che hanno strappato numerosi applausi.

I rematori delle lucie, che dal pomeriggio hanno fatto fare delle piccole crociere caratteristiche ai turisti, la sera hanno accompagnato anche il sindaco Riccardo Fasoli che si è guadagnato il posto sulla barca remando, traghettando la vicesindaca e assessore con delega a sport, commercio e pari opportunità Serenella Alippi, l'assessore a bilancio, tributi e turismo Silvia Adele Benzoni e pure Don Donato, che dopo un breve giro sul lago ha ringraziato e chiesto di poter "tornare a terra" alla sua San Lorenzo.

Dopo i fuochi, gli avventori hanno comunque popolato Mandello, le vie e i locali per tutta la sera, festeggiando così una grande edizione di questa festa patronale che attrae sempre più turisti affascinati dagli spettacoli e dal contesto.

R.A.G.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco