Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 52.482.010
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 11 settembre 2018 alle 10:42

Lecco: la Giunta presenta le prossime azioni del DUP prima dell'approvazione in Aula

Prima della discussione in Consiglio comunale, la giunta Brivio ha presentato alle realtà associative lecchesi il Dup 2019-2021, il documento nel quale sono contenute le prossime azioni importanti e i prossimi interventi relativi alle manovre finanziarie assunte col bilancio di previsione che riguardano il governo della città. “Questo è l’ultimo Dup significativo per questa amministrazione” ha spiegato il sindaco Virginio Brivio facendo riferimento alla prossima chiamata alle urne, prevista nella primavera del 2020. Illustrando i progetti per i settori strategici del Comune di Lecco, il primo cittadino ha iniziato facendo un quadro sulle partecipate: “Idrolario verrà incorporata in Lario reti holding, questo consentirà una rappresentanza più equilibrata dei Comuni del territorio in Lrh; per Silea l’obiettivo principale è l’approvazione definitiva del progetto di Teleriscaldamento, costruito a differenza del primo su base innovativa, oltre che un maggior controllo della qualità del servizio e l’implementazione della tariffazione puntuale. Rispetto a Linee Lecco stiamo aspettando un’imminente risposta da Anac per sapere se la società può diventare in house, per consentirle di gestire i posteggi e i servizi correlati oltre che partecipare alle gare per il trasporto pubblico”.


L'assessore Gaia Bolognini, il vice sindaco Francesca Bonacina, il sindaco Virginio Brivio, l'assessore Salvatore Rizzolino

A proposito di parcheggi, il sindaco ha fatto anche un accenno, supplendo “all’assenza giustificata” dell’assessore Corrado Valsecchi, a quelli del Broletto nord, garantendo che saranno aperti entro la fine dell’anno e spiegando che anche quelli de La Ventina a Pescarenico sono tornati in capo al Comune e che si sta lavorando per poterli tenere aperti la sere e nei fine settimana, riservando dei posti ai residenti, così da eliminare definitivamente i posteggi di piazza Era e piazza del Pesce. Tornando invece su argomenti di propria competenza, Brivio ha aggiornato le realtà presenti rispetto ai lavori di riqualifica del Bione, spiegando che è in corso la gara d’appalto per la fognatura, la messa a norma degli spogliatoi, il rifacimento della pista di atletica e di un campo da calcio in sintetico. Anche la questione del sottopasso di Rivabella è arrivata ad una soluzione: è stata sottoscritta la convenzione con Rfi per restituire l’area a lago al contesto urbanizzato e adesso si stanno affrontando gli aspetti ingegneristici e strutturali. Tante le novità rispetto agli immobili di proprietà comunale messi a disposizione. La ex mensa Badoni di Corso Matteotti è stata acquisita dalla Fondazione comunitaria del lecchese che dovrà riqualificare una parte della struttura e restituirla all’Amministrazione comunale.



“Abbiamo già bocciato l’ipotesi museo - ha specificato il sindaco - siamo alla ricerca di una destinazione”. La ristrutturazione della ex scuola materna di via Don Luigi Monza è conclusa e l’edificio diventerà la sede dei servizi per le persone fragili del Comune e di Auser e Anteas, mentre a breve ci saranno dei bandi per individuare la nuova destinazione della ormai ex scuola di Laorca e di Villa Guzzi; l’istruttoria del bando europeo di Villa Ponchielli invece è ferma per alcuni elementi di criticità. Passando in rassegna altri importanti spazi pubblici della città, piazza Affari è stata restituita, i lavori della torre del Palazzo di giustizia si concluderanno - garantisce Brivio - entro l’anno, mentre l’ultimo lotto verrà appaltato nel 2019, mentre gli uffici comunali dovrebbero trasferirsi nell’edificio di via Marco d’Oggiono, il cui acquisto è stato deliberato a luglio dal Consiglio comunale, nel 2019: "La progettazione è in corso - ha detto l’assessore Gaia Bolognini - l’obiettivo è quello di iniziare i lavori l’anno prossimo e far seguire il trasloco degli uffici di Palazzo Bovara”. Torna ancora il primo cittadino sui nodi maggiori che hanno tenuto banco per anni in città: la gara di appalto per la ristrutturazione dell’ostello si è chiusa lo scorso mese di luglio e i lavori verranno aggiudicati entro la fine 2018. L’Amministrazione concluderà anche un accordo quadro entro la fine di ottobre con l’obiettivo di chiudere la questione dell’area della Piccola: il Comune diventerà proprietario delle aree e degli edifici che insistono sul perimetro dell’ex scalo e RFI diventerà proprietaria dello scalo merci del Bione. Continua Virginio Brivio ad illustrare i progetti in tema di Cultura: “Stanno partendo i lavori a Villa Manzoni per 500mila euro promossi dal ministero dei Beni culturali al piano terra, a cui si aggiungono delle migliorie per 300mila euro degli strumenti del museo. Prosegue anche il progetto di creazione del museo della lingua italiana in collaborazione con Treccani che prenderà avvio nel 2019. Quest’anno hanno preso corpo le grandi mostre e il polo aplinistico si arricchirà col trasferimento del museo della montagna dalla Torre Viscontea a Palazzo delle Paure. Rispetto al Teatro della società gli studi svolti in questi mesi hanno portato ad avere maggiori elementi per progettare entro la fine 2018 e iniziare i lavori nel 2019”.



L’assessore al Commercio Francesca Bonacina ha poi illustrato le iniziative prese per il rilancio del centro cittadino e del commercio: “Sotto il punto di vista del decoro abbiamo fatto dei ritiri aggiuntivi dei rifiuti, e per la sicurezza abbiamo iniziato col potenziamento della video-sorveglianza e con la vigilanza nei posteggi del centro; inoltre abbiamo stanziato delle risorse per dare benefici economici a coloro che aprono attività commerciali nel Duc”. In qualità di assessore al Turismo, il vicesindaco ha poi evidenziato due temi: la nuova fase del progetto delle Vie del viandante e il mercato agricolo, per cui gli uffici stanno lavorando al regolamento e al bando. Rispetto alla Polizia locale, di cui ancora Bonacina ha le deleghe, è stato rafforzato il personale con quattro agenti in più e ogni anno è previsto l’inserimento di due persone per sopperire ai pensionamenti; quest’estate gli uffici di piazza Sassi hanno sperimentato gli agenti stagionali, oltre che l’ampliamento della video-sorveglianza congiuntamente con le altre forze dell’ordine. Rispetto invece alla Protezione civile, il vicesindaco ha spiegato che c’è un piano di emergenza comunale con le procedure da eseguire in caso di calamità: “lo stiamo per aggiornare con normative più recenti che stanno ridando nuova geometria agli interventi della Protezione civile: per noi gli elementi più importanti sono il monitoraggio dei torrenti e dei versanti”.



Salvatore Rizzolino ha dato un aggiornamento sul capitolo di propria competenza, l’istruzione: “Quest’anno siamo proiettati verso quello che sarà il nuovo triennio che si aprirà nel 2019/2020, visto che le scuole devono organizzare dei piani triennali come previsto dalla Buona scuola. Abbiamo rinnovato le convenzioni con le paritarie, la concessione del servizio della scuola civica di musica e rafforzato i rapporti di collaborazione con il Politecnico”. Il sindaco ha poi fatto una carrellata sui principali temi del settore Cultura e Ambiente, i cui rispettivi titolari non hanno partecipato all’incontro. “Abbiamo centrato due obiettivi importanti: il 24 settembre verrà approvato il Paesc, mentre abbiamo raccolto le osservazioni sul piano di zonizzazione acustica che, nell’ambito dei vincoli normativi, stiamo portando avanti con l’obiettivo di renderlo più aderente alla realtà. Rispetto agli interventi di bonifica dall’amianto, sei aziende importanti del territorio hanno attuato dei progetti di recupero e speriamo di poter aprire un nuovo bando per sostenere anche gli interventi dei privati”. Invece sul versante dei temi sociali entro la fine dell’anno diventerà operativa l’Agenzia per la casa, mentre il Patto di comunità è stato sottoscritto da molteplici soggetti. Con l’Auser e Anaci sono stati portati avanti dei progetti per la domiciliarità ed è stato attivato un Fondo comunitario per sostenerne alcuni di welfare comunitario; sta procedendo l’iter per la creazione della nuova società mista pubblico-privato per la gestione dei servizi alla persona ed è stata sottoscritta una convenzione con la parrocchia di San Nicolò che ha affidato alla Caritas la realizzazione di una casa della Carità. Guerino Donegà della Cgil, dal pubblico, ha sollevato il tema dell’immigrazione e la questione di via Ferriera. Il primo cittadino ha spiegato che l’intero territorio è in attesa di indicazioni dal ministero dell’Interno, che al momento ha congelato tutte le forme di accoglienza diffusa e quindi non ha dato riscontro alla richiesta di sostituire i posti Cas della provincia con posti Sprar: “Noi non ci facciamo condizionare dagli slogan e stiamo cercando di continuare a lavorare con le realtà del territorio per promuovere percorsi di integrazione”. Via Ferriera sarà invece riaperta a breve: “Adesso è necessario restituirla nella sua funzionalità - ha spiegato l’assessore Bonacina -, poi ci sarà un progetto più sociale, per riqualificare la zona. Verrà implementato un sistema di video-sorveglianza sull’intera area, ma con ratio. Indubbiamente è una zona sensibile allo spaccio per il fatto di essere frequentata, di essere vicina alla stazione e ad un centro commerciale, e con gli altri soggetti interessati lavoreremo per monitorare la situazione”.
M.V.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco