Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 55.721.709
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 15 settembre 2018 alle 13:08

Varenna: presentata la targa bronzea donata da Mattarella

Presentata ieri sera ai varennesi la targa in bronzo donata dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella “al comune di Varenna sul Lario in occasione della cerimonia di intitolazione della sala consiliare a Giorgio La Pira”. Grande orgoglio per il sindaco Mauro Manzoni e la sua amministrazione, ma anche per il Comitato costituitosi per la realizzazione del Secondo Trittico Varennese dello scorso giugno, rappresentato per l'occasione da Ezio Lanfranconi e Pierfranco Mastalli.




Una tre giorni di eventi, quella di giugno, che non è passata inosservata al Capo dello Stato, che ha deciso di inviare un proprio dono a suggello della manifestazione insieme a una lettera di auspici. La targa bronzea, che sarà collocata presso il palazzo comunale, è di forma rettangolare e presenta una scritta centrale in altorilievo e una cornice a sbalzo tutt’intorno con i simboli della Repubblica: sul lato superiore, la stella a cinque punte accollata agli assi di una corona dentata, racchiusa tra due rami, uno d’ulivo e l’altro di quercia, che si diffondono lungo i bordi.




Del resto i temi sollevati per ricordare Giorgio La Pira sono stati la pace, l'etica morale e civile, l'importanza del rispetto dei principi costituzionali. Tutti aspetti incarnati dalla persona di La Pira, che fu (tra le cose) Padre Costituente, sindaco di Firenze, tenace cristiano e operatore di pace sulla scena mondiale (“Unire le città per unire le Nazioni”, diceva). Temi che nell'Europa dei nuovi nazionalismi sovranisti sembrano dileguarsi dall'orizzonte politico, e il “premio” di Mattarella in questo senso sembra dare l'indicazione che la rotta intrapresa a Varenna è quella giusta.


Il sindaco Mauro Manzoni con la targa bronzea

“Questo prestigioso riconoscimento da parte del Capo dello Stato”, ha affermato Manzoni rivolto ai presenti prima dello spettacolo musicale di Spazio Teatro Invito, “non dovrebbe essere solo motivo di orgoglio per gli attuali amministratori, che sono sempre transitori e dovrebbero dedicarsi alla polis solo per un periodo non troppo lungo della loro vita, ma per tutti i varennesi e le persone che frequentano, visitano e soggiornano presso il nostro borgo e ne ammirano la bellezza, la semplicità, la splendida cornice paesaggistica in cui è immerso”.




La serata è poi proseguita con le canzoni di Iannacci, Gaber, Fo, ma anche di Nanni Svampa, perfino Giorgio Strelher, e i cantautori milanesi del passato che raccontavano la metropoli che ancora non c'era, quando crescevano gli orti e pascolavano le capre in via Savona.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco