Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 52.487.001
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 15 settembre 2018 alle 14:07

Pescarenico piange Antonio Valnegri, 'capo' tifosi del Grande Torino

Si è celebrato nella chiesa parrocchiale del quartiere Pescarenico il funerale di Antonio Valnegri, 83 anni, popolare personaggio in particolare della contrada Piscen, dove aveva abitato negli anni giovanili, frequentando la locale trattoria e impegnandosi anche presso la bocciofila Severino Briani, con il presidente Carluccio Frigerio. Era stato poi attivo presso il Circolo Risorgimento di piazza Era. Nel servizio militare di leva era stato sottufficiale degli alpini a Teramo, nelle file della brigata Julia. Dal 1990 abitava in corso Carlo Alberto, nelle vicinanze della piazzetta del manzoniano convento di frà Cristoforo.


Antonio Valnegri, primo a sinistra in piedi, durante una cena di tifosi granata

Valnegri è stato un personaggio della vecchia Pescarenico, con i ricordi e le memorie della seconda metà del Novecento. Grande tifoso granata, era stato tra i fondatori del Toro Club Lecco, che ha visto come presidente, per alcune stagioni, il compianto ex portiere Pippo Rigamonti, lecchese residente in quartiere Santo Stefano che, dopo essere stato l’estremo difensore del Lecco e del Como, aveva rivestito per quattro stagioni la maglia numero 1 del grande Torino, la stessa appartenuta al prestigioso Valerio Bacigalupo. A Valnegri si deve l’organizzazione, presso lo stadio Rigamonti, della cerimonia commemorativa della tragedia aerea di Superga, nel 50° anniversario, 1999, della scomparsa dell’indimenticabile squadra, più volte scudetto tricolore. Numerosi i partecipati al rito funebre di Pescarenico, fra i quali molti amici del quartiere, come l’ex giocatore del Lecco in serie A Sisso Franchi, il presidente onorario del Calcio Lecco Angelo Battazza, il presidente del Circolo Campaniletto Luca Aldeghi, Gianni Giudici, già direttore dell’Azienda Turismo, Berti, Galbusera, i fratelli Magni, Bertocchi, Locatelli e diversi altri. “Ricordo la sua partecipazione a tutte le iniziative del Piscen – ha dichiarato Michele Montanelli, della famiglia che ha avuto per tanti anni il locale – Devo poi rammentare che anch’io ho fatto il militare a Teramo nelle penne nere, qualche tempo dopo Antonio Valnegri, che era ricordato dai sottufficiali presenti come ottimo elemento anche di sergente istruttore, tanto è vero che venne richiamato qualche anno dopo per un corso di aggiornamento”. Valnegri lascia la consorte Stella, sposata nel 1962, e la figlia Stefania, con famiglia.
A.B.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco