Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 52.489.004
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 16 settembre 2018 alle 07:29

Maggianico: il 32° Sanremino regala emozioni, in 17 in gara

Da ben 32 anni è un appuntamento imperdibile nel settembre del rione di Maggianico, nel pieno della propria tradizionale festa che ha ormai tagliato il traguardo del "mezzo secolo": nella serata di ieri, il Sanremino è così tornato puntualissimo a proporre la grande gara musicale tra solisti, dopo che la sfida "live" tra band andata in scena 24 ore prima aveva decretato la vittoria del gruppo "Cherry Pop and the red shoes".

I concorrenti della categoria juniores

Un'edizione che, in un certo senso, ha visto un "ritorno alle origini", almeno per quanto riguarda i brani inseriti nella scaletta, tutti in italiano proprio come una volta, quando l'intera comunità di Maggianico si dava appuntamento sotto il tendone dell'Oratorio per cantare insieme le hit del momento, ma anche pezzi "storici" della musica nostrana, noti davvero a tutti.

VIDEO



Tra gli artisti scelti dai concorrenti, l'indimenticabile Lucio Dalla, Claudio Baglioni, Raf, Mina e i Nomadi, ma anche un'intramontabile Mia Martini e voci "nuove" come Arisa e Annalisa. Prima di dare spazio alla gara, ad aprire la serata sono state però Elisa, Giulia e Federica Galluccio, le "campionesse" in carica, che hanno strappato al pubblico scroscianti applausi con una suggestiva versione a cappella di "Roar" di Katy Perry.

Gli young

La categoria over

La giuria. Al centro Giuseppe Mazzoleni

Ormai ben collaudato anche il terzetto di conduttori della serata, i giovanissimi Carlo, Ester e Irene, che hanno accompagnato tutti gli artisti sul palco alternandosi nella loro presentazione. Allo stesso tempo, però, nel 32° Sanremino non sono mancate le novità, pensate per conferire alla kermesse quel pizzico di innovazione che non guasta mai: per la prima volta, infatti, i 17 concorrenti in gara sono stati suddivisi in tre diverse categorie, juniores (fino ai 14 anni), young (tra i 15 e i 30 anni) e over (adulti), in ciascuna delle quali è stato decretato un vincitore in attesa della "battaglia" finale per il primo posto assoluto.

Tra un'esibizione e l'altra, non sono mancati i momenti di spettacolo grazie anche alla presenza delle ballerine di Stendhart Danza & Teatro di Oggiono, durante i quali la giuria del Sanremino ha avuto modo di consultarsi per il verdetto finale: composta da Giancarlo Scaccabarozzi, Franco Limonta, Anila Cerkezi e Aron Corti, tutti musicisti e volti noti nel panorama musicale lecchese e lombardo, è stata guidata dal violinista, compositore e direttore d'orchestra Giuseppe Mazzoleni, presente nella giuria fin dalla prima edizione del Sanremino.

Nella categoria juniores, i giurati si sono trovati a valutare le performance di Margherita Sangalli, Virginia Cariani, Alice Balossi, Alice Castelnuovo con Sara Atanni, Sofia Zanetti con Linda Tentori e Noemi Motta, Carolina Anania; tra gli young, invece, sono saliti sul palco Luca Rigamonti, Noemi Anania, Francesca Andreotti, Melissa Costa con Giorgio Figini, Marika Locati.

In gara per la categoria over, infine, Luigi e Giulia Altadonna, Mattia Cattaneo, Valentina Tallarico, Maura Montanelli, Mattia Giannese e Fernando Limonta, ai quali è spettato l'onore e l'onore di chiudere la serata e di regalare al pubblico altre emozioni.

Al di là della competizione, però, ancora una volta il Sanremino è stato soprattutto un grande momento di festa, un'occasione per stare insieme e godersi le ultime ore di un'iniziativa in grado di riunire un'intera comunità in uno spirito di amicizia e aggregazione che a Maggianico continua a manifestarsi anche dopo 50 lunghi anni, il cui filo conduttore è sempre stato la voglia di incontrarsi e di condividere ore di gioia, ma anche di lavoro e di impegno.

Quest'anno, tutto il ricavato della festa rionale - iniziata lo scorso 7 settembre - sarà destinato alla ristrutturazione della volta della Chiesa Parrocchiale.

B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco