Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 55.723.487
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 16 settembre 2018 alle 15:29

Bellano: inaugurato il nuovo Centro Operativo Misto presso la stazione, ‘presidio’ di emergenza per la Protezione Civile

Una struttura moderna e funzionale, resa operativa grazie a un'importante sinergia tra le varie forze presenti sul territorio, unite per raggiungere un obiettivo strategico per l'intera collettività.

Il taglio del nastro della nuova struttura bellanese

È stato inaugurato nella mattinata di oggi, domenica 16 settembre, il nuovo COM (Centro Operativo Misto) nei locali messi a disposizione da Rete Ferroviaria Italiana presso la stazione di Bellano: una vera e propria Unità di Crisi attrezzata con una centrale di comunicazione, sale radio e riunioni, ma anche posti letto, servizi igienici e cucina, in grado di garantire la piena operatività della Protezione Civile e di tutti i volontari (e non), chiamati ad intervenire in caso di emergenza.

"Molti di noi hanno ancora negli occhi le immagini della devastante alluvione che ha colpito il nostro paese nel 1997 costringendo molti bellanesi a lasciare le loro case nel bel mezzo della notte e a cercare rifugio altrove" ha affermato il sindaco Antonio Rusconi prima del taglio del nastro del COM. "Le fragilità naturali dell'Italia continuano a ricordarci l'importanza di mettere in campo serie azioni di prevenzione, ma anche di organizzare per tempo le strategie di soccorso e le risorse necessarie per un pronto intervento. La Protezione Civile, dal canto suo, ha sempre dato testimonianza di umanità e competenza, così come la nostra piccola comunità di Bellano - formata da soli 3.200 abitanti - ha dimostrato in più occasioni il proprio grande cuore: lo ha fatto per i terremotati del centro Italia, per i quali in pochi mesi è riuscita a raccogliere più di 16.000 euro, e lo ha fatto anche in questo caso, lavorando con estrema dedizione persino di notte, nel silenzio, per allestire questa importante sede, in sinergia con RFI che ha offerto in comodato d'uso i locali al primo piano della stazione ferroviaria, per una finalità sociale. Ancora una volta, insomma, si è visto davvero l'aiuto di tutti, dai Vigili del Fuoco volontari ai rappresentanti delle nostre associazioni, dagli Alpini agli operatori di Protezione Civile fino agli uomini e alle donne del Soccorso Bellanese: ringrazio tutti di vero cuore, sperando di non aver dimenticato nessuno".

Il sindaco Antonio Rusconi con il rappresentante del Dipartimento di Protezione Civile del Consiglio dei Ministri

Un impegno silenzioso e costante, iniziato nell'ottobre 2016 a seguito di un tavolo di confronto indetto presso la Prefettura di Lecco, in cui era emersa la necessità di individuare sul territorio provinciale sedi più idonee e funzionali per una struttura come quella del COM, tanto importante quanto delicata, in grado di garantire sia la rapida ed efficiente gestione delle emergenze, sia lo svolgimento delle "normali" attività di controllo e prevenzione. In molti, come ha sottolineato il capogruppo della Protezione Civile di Bellano Cristian Mornico, hanno voluto donare materiale e manodopera per l'allestimento in tempi rapidi del nuovo COM, ora ufficialmente operativo.

Non casuale, ovviamente, la scelta della struttura: la stazione ferroviaria è infatti posta all'interno di un'area sicura, in prossimità di importanti snodi viabilistici nonché della Caserma dei Carabinieri, del Distaccamento dei Vigili del Fuoco e della sede del Soccorso Bellanese. Dotata di un ampio parcheggio esterno, che rappresenta inoltre un luogo di raccolta strategico, vede anche a poca distanza la presenza di un magazzino contenente attrezzature e mezzi di soccorso, facilmente accessibile in pochi minuti.

Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

"Questo COM è davvero in grado di soddisfare tutte le esigenze" ha commentato il vice Prefetto di Lecco Stefano Simeone. "Per come è stata pensata, la struttura - incidente sui Comuni di Bellano, Varenna, Perledo, Esino Lario, Vendrogno e Parlasco - rappresenta un presidio fisso in grado di coordinarsi agevolmente con l'Unità di Crisi Locale (UCL) e la Prefettura per gestire i servizi di emergenza a livello provinciale. Benché l'auspicio sia quello di non doverla mai utilizzare, la sua apertura costituisce un grande risultato per tutto il nostro territorio".

La cerimonia di inaugurazione del COM è stata preceduta da una Santa Messa in Chiesa Parrocchiale, alla quale hanno partecipato anche le autorità dei sei Comuni coinvolti e i rappresentanti delle associazioni, oltre a quelli del Dipartimento di Protezione Civile del Consiglio dei Ministri, della Provincia, di Regione Lombardia e delle forze dell'ordine: a seguire, tutti i presenti si sono diretti in corteo verso la stazione ferroviaria, accompagnati dalle note del Corpo Musicale Bellanese.

Dopo l'alzabandiera, il taglio del nastro e la benedizione solenne di don Cesare Terraneo, il COM ha finalmente aperto le sue porte alla comunità, mostrandosi in tutto il suo splendore e la sua funzionalità, con la centrale operativa, la sala radio e tutti gli altri locali già pronti all'uso. Le celebrazioni si sono poi concluse con un rinfresco.

Benedetta Panzeri
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco