Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 57.194.844
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 17 settembre 2018 alle 18:09

Lecco, Teatro e Bione: pubblicati i bandi per la progettazione, cantieri nel 2019

Il centro sportivo del Bione
È cominciato l’iter che porterà all’avvio dei lavori di ristrutturazione del centro sportivo del Bione - il primo lotto almeno - e del Teatro della Società. La scorsa settimana sono stati infatti pubblicati i bandi di gara - nel primo caso “accelerata per motivi d’urgenza”, per la necessità di beneficiare del contributo di Regione Lombardia - per il servizio di progettazione definitiva, esecutiva, direzione dei lavori e contabilità, e coordinamento della sicurezza sia in fase di progettazione sia di esecuzione per gli interventi di riqualifica da eseguire nelle due importanti strutture cittadine. Oltre 400mila euro il budget per predisporre i progetti e seguirne l’iter: 253.138 euro per il centro sportivo e 192.119 per il teatro. In entrambi i casi il criterio è quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa e sei saranno i candidati che, superata la prima fase della procedura di gara, verranno invitati alla licitazione privata. Per quando riguarda il Teatro questa fase prevede la redazione del progetto definitivo ed esecutivo, completo degli elaborati grafici e documentali necessari per procedere all'appalto, lo svolgimento di tutte le pratiche amministrative connesse alla progettazione, la direzione dei lavori, la contabilità e il coordinamento per la sicurezza sia in fase di progettazione sia di esecuzione. Rispetto alla tempistica il tecnico che si aggiudicherà l’appalto dovrà consegnare il progetto definitivo entro 60 giorni da quando gli sarà conferito l’incarico. Come accennato anche per la partita del Bione si tratta di preparare il progetto definitivo ed esecutivo, completo degli elaborati grafici e documentali necessari per procedere all'appalto, di espletare la burocrazia relativa e di occuparsi della direzione dei lavori, della contabilità, del coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione. Per ora tutto questo riguarderà solo alcuni interventi: il rifacimento del manto in erba sintetica e il consolidamento delle fondazioni degli spogliatoi del campo di calcio 1, il rifacimento del manto della pista di atletica e quello degli spogliatoi prefabbricati dei campi 2 e 3, che hanno la superficie esterna rivestita con verniciatura contenente amianto, la riqualificazione degli spogliatoi dei campi di calcio 4 e 5 e infine la sistemazione dei magazzini/depositi. Il tutto come da indicazioni del documento di fattibilità delle alternative progettuali. In questo caso il tecnico incaricato dovrà consegnare gli elaborati del progetto definitivo-esecutivo entro 45 giorni dall’invio della lettera ordinativa del servizio.
Il Teatro alla Società
“Sicuramente - spiega l’assessore ai Lavori pubblici Corrado Valsecchi - con il 2019 apriremo entrambi i cantieri. Sul teatro sono già stati superati gli scogli rappresentati delle varie authority; abbiamo eseguito tutte le verifiche necessarie per avere le autorizzazioni e adesso sappiamo su cosa dobbiamo intervenire. Al Sociale mancano infatti da decenni tutte le certificazioni e c’era un problema di non agibilità della struttura. Una volta terminato l’intervento di riqualifica non ci saranno più problemi da questo punto di vista, io spero proprio di riuscire a riconsegnare il Teatro entro la fine della consiliatura. Si pensava di spendere cinque milioni di euro, invece per le questioni meramente operative e strutturali non supereremo il milione: siamo infatti riusciti a confermare gran parte dell’impianto grazie alle verifiche con le varie authority”. Lo stesso discorso vale per il Bione dove l’urgenza di avviare questo primo lotto di lavori consentirà anche di aprire il bando per il Project financing: “Adesso sappiamo esattamente quali interventi faremo e questo ci consente di mandare a decremento i lavori nella zona fredda - l’esterno del centro sportivo - e di concentrare le risorse e il progetto del prossimo bando sulla piscina, sul palazzetto e sulle ultime opere che resteranno da fare all’esterno. Con questo primo lotto d’accordo con i dirigenti, le authority sportive e i Vigili del fuoco andiamo anche qui a regolarizzare gli impianti così da mettere a bando una struttura con tutte le certificazioni”. Come per il teatro, anche il cantiere al Bione dovrebbe aprire e chiudere nel 2019, ma parallelamente si procederà con il bando del Project financing.
M.V.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco