Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 57.190.303
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 11 ottobre 2018 alle 11:03

Teleriscaldamento: è tempo di riflettere

Martedì è tornata in consiglio Regionale la mozione che ha come obietto il superamento del teleriscaldamento come compensazione ambientale per la concessione dell'aumento della quantità di rifiuti autorizzata in Valmadrera.
La vicenda è tornata in commissione appunto per cucire e coordinare almeno due delle tre posizioni, che, rifacendosi all'ordine del giorno del gennaio 2017 , richiedevano un tavolo tecnico per verificare alternative o comunque con quali tecnologie si intendeva alimentare il teleriscaldamento dopo la scadenza della autorizzazione all'esercizio del termovalorizzatore di Valmadrera.
Oggi gruppi che rappresentano "pesi importanti" dell'assise Regionale quali LEGA e 5 STELLE , ma anche FORZA ITALIA, sono sempre più convinti che se si installa una rete di teleriscaldamento, inizialmente alimentata a rifiuti (e se del caso integrata a GAS METANO), si debba sapere sin da questo momento con quali tempistiche e tecnologie sarà alimentato dopo lo spegnimento del forno , prevedibile a scadenza AIA dal 2029 al 2032 .
Quindi la Regione ha deciso di approfondire in commissione , la sua riflessione.
Sarebbe bene che anche i comuni e l' assemblea soci, optassero per un momento di approfondimento e riflessione sulla vicenda, senza proseguire "in modo quatto quatto come il gatto fino ad assumere decisioni ed atti dai quali non si potrebbe più tornare indietro..
Chiediamo che l'assemblea dei Sindaci di Valmadrera formata da i nostri Sindaci :
- FERMI le operazioni per eventuali bandi del teleriscaldamento fino al pronunciamento del Consiglio Regionale e del tavolo tecnico con Regione ;
- verifichi seriamente, magari col politecnico di Milano già coinvolto nelle Relazione di presentazione di Malgrate, quali fonti di energia possano garantire la sostenibilità tecnica del teleriscaldamento escludendo quelle fossili ( centrali GAS, CARBONE), anche in un ottica di efficacia ed efficienza del progetto che superi il limite dei 20.000 abitanti, come previsto nelle relazioni del POLITECNICO di Milano;
- ci dicano se la tariffa SPECIFICATAMENTE di incenerimento praticata ai soci da SILEA , ripaga il costo di incenerimento a SILEA ?
- ci dicano inoltre quali sono le tariffe SPECIFICATAMENTE di incenerimento praticate da altri Gestori A2A o altri ai loro soci , ovvero pubblichi uno schema delle tariffe di incenerimento praticate da gli altri termo distruttori ai comuni e le confronti con quelle di SILEA anche in prospettiva futura.
Stefano Parolari, commissaro provinciale Lega Lombarda Lega Salvini
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco