Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 57.552.266
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 13 ottobre 2018 alle 11:37

Lecco: convocato il Coordinamento Assoarma per le cerimonie del 4 novembre

Il coordinamento Assoarma è stato convocato dal presidente Filippo Di Lelio per venerdì 19 ottobre, alle 20.30, presso la sede dell’Associazione Mutilati ed Invalidi di Guerra, di via Amendola, messa a disposizione dal presidente cav. Giovanni Mauri. Il Comitato Interarma è chiamato a decidere iniziative in vista della data storica del 4 novembre 1918, centenario della Vittoria nella prima guerra mondiale, ma anche per quanto riguarda, in particolare, la città di Lecco, nel cinquantesimo della campana dei Caduti e della Pace, che tutte le sere, alle ore 19, fa scendere sulla città lenti e solenni rintocchi a ricordo dei Caduti e come auspicio di pace per i viventi.


La benedizione della campana da parte del vescovo mons. Luigi Oldani, presso il monumento ai Caduti

La campana è stata realizzata grazie ad una sottoscrizione cittadina promossa nel 1968, per iniziativa dell’allora presidente dell’Associazione Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra, cav. Maria Fusi, con il sostegno del Comune di Lecco, rappresentato dal sindaco Alessandro Rusconi. La cerimonia inaugurale della campana avvenne proprio il 4 novembre 1968, cinquantesimo della Vittoria, con solenne manifestazione presso il monumento sul lungolago. La benedizione venne impartita dal vescovo ausiliare di Milano mons. Luigi Oldani, vicario episcopale della zona di Lecco, affiancato dal prevosto mons. Enrico Assi. Il discorso ufficiale venne tenuto dal prof. Luigi Colombo, già sindaco di Lecco, presidente della Combattenti e Reduci, ferito nella battaglia di Montelungo del dicembre 1943, con i fanti della Legnano, nel tentativo di sfondare la unitissima linea tedesca intorno all’Abbazia di Montecassino.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco