Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 63.188.033
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 31 ottobre 2018 alle 15:51

I silenzi ed il rovesciamento delle parti trezziano

Con Paolo Trezzi condivido almeno qualcosa: non replicherò ulteriormente, anche per non protrarre un “confronto” che può diventare stucchevole.
Lascio ai lettori, come già scrivevo, la valutazione dei miei precedenti scritti (vedi anche e soprattutto i rimandi link al loro interno). Altro che non rispetto.
La delusione sta nella sua latitanza  di intellettuale onnisentenziatorio ( come di molti altri “pensatori”) rispetto alla denuncia di un sistema  connotato dal “feticismo del denaro e nella dittatura di un'economia senza volto e senza uno scopo veramente umano”. (prendo in prestito una citazione autorevole) alle cui alternative soluzioni tutti, nei modi propri, si dovrebbe concorrere. 
E' quello a cui cerco, con tanti limiti e con l'opinabilità delle mie valutazioni, di contribuire a praticare. Con la consapevolezza che indurre ad approfondire e veicolare certi contenuti risulta fastidioso perché spesso mette in discussione il comune e più tranquillizzante sentire indotto.
Quello che è successo anche a me.

Con mutata stima (ma c'è sempre speranza) negli intellettuali silenti
Germano Bosisio
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco