Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 57.304.278
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 02 dicembre 2018 alle 19:29

Anche Calolzio ha un libro che ''racconta'' le vie e le piazze della città

Si è svolta nel pomeriggio di oggi, domenica 2 dicembre, la presentazione del libro di Dario Dell’Oro “Appunti sulle strade di Calolzio”, ospitata nella sala Conferenze del Monastero di Santa Maria del Lavello, dove si sono dati appuntamento numerosi cittadini curiosi di scoprire alcune "indiscrezioni" sul loro paese.


Al microfono Dario Dell'Oro

“Questa pubblicazione vuole essere un tentativo nuovo e stimolante di incuriosire i calolziesi. Siamo convinti che andare alla ricerca della propria via o piazza sia solo l’inizio della scoperta di vari personaggi e luoghi che hanno lasciato l’impronta e che hanno valorizzato la nostra città, oltre a quelli che hanno impresso un segno nella nostra nazione. Speriamo quindi che il fine prioritario di questo libro soddisfi il lettore” ha spiegato il Dr. Cosimo De Franco, vicepresidente della Pro Loco. Secondo lo scrittore, le strade di Calolzio sono di tre tipi: antiche, moderne e attuali. Ogni via racconta qualcosa del passato, del presente e di come è cambiata la comunicazione in città.



Per quanto riguarda le 184 dedicazioni si possono distinguere quelle religiose, che riguardano il credo dei nostri antenati, e le toponomastiche con riferimento ad avvenimenti o persone importanti a livello nazionale oppure a personaggi illustri locali. Inoltre, Dario Dell’Oro ci ha svelato una curiosità: “Da questo punto di vista, Calolziocorte non è un Comune per donne: solo una strada è declinata al femminile, in omaggio ad Anna Frank. Oltretutto oggi questa via non ha nemmeno più un cartello. Quindi io spero che negli anni a venire si riesca a rimediare a questa disparità".


Secondo da sinistra, il dr. Cosimo De Franco

Il libro è stato arricchito con “le passeggiate” di Don Luigi Rosa, professore calolziese che per 40 anni è stato vicedirettore del Seminario di Romano di Lombardia. Don Luigi si è reso testimone del cambiamento che a metà del '900 stava avvenendo a Calolzio. In particolare, negli anni '60 ha descritto i mutamenti delle strade e delle piazze, aggiungendo note di colore e commenti sagaci sulle famiglie che abitavano la città. Spesso sull’intitolazione delle vie a personalità celebri sul piano locale o nazionale divampano le polemiche. Di solito a suscitare critiche sono figure riconducibili ad una appartenenza politica, e nel passato capitava di scendere a compromessi "lottizzando" le dedicazioni.



Di recente anche a Lecco è stato pubblicato un libro con la toponomastica aggiornata, come se capire e orientarsi nelle città sia anche un modo per uscire dalla nostra "società liquida" e ancorarsi alla memoria.
C.Ca.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco