Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 57.306.676
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 04 dicembre 2018 alle 09:05

Galbiate: dopo la presentazione de PDS si guarda al futuro. In programma anche il restauro del Monumento ai caduti

Non mancava nessuno all’appello dell’ultimo consiglio comunale di Galbiate. A rompere il ghiaccio di fronte all’assise è stato l’assessore all’Istruzione Elisa Foti che – prima di esporre il Piano Diritto allo Studio 2018/2019 – ha personalmente ringraziato il lavoro degli uffici e degli istituti scolastici galbiatesi.

L'assessore Elisa Foti

“Questo è l’ultimo anno che lavoriamo insieme al Piano Diritto allo Studio e devo dire che ogni volta è stata un’occasione per cogliere l’importanza del rendicontare. Essere dentro ogni singola cifra di ogni progetto può essere semplice, tanto che a volte si dimentica quanto sia importante argomentare alcune scelte politiche” ha chiosato l’assessore, sottolineando quanto il suo impegno verso la causa sia sempre stato autentico. A darne conferma sono state le cifre del nuovo programma previsto per il prossimo anno scolastico: tra questi, i 56.000 euro dedicati al servizio mensa e i 116.000 mila euro per il trasporto scolastico (il quale gode – per quanto riguarda l’Infanzia – anche di un servizio di assistenza a bordo dello scuolabus). A tali numeri si sommano poi quelli previsti per i singoli plessi scolastici, ovvero 137.500 euro da destinare alla Scuola dell'Infanzia “Bertarelli” di Galbiate e alla vicina paritaria parrocchiale “Monumento ai Caduti” di Sala al Barro, le quali disporranno altresì di un budget pari a 12.000 euro in merito alla promozione della lettura, cultura della musica e teatro. Saranno invece rispettivamente 21.500 e 17.850 euro i fondi previsti per la scuola primaria e secondaria di primo grado, il tutto unito a 10.000 euro dedicati al funzionamento sistematico dell’Istituto Comprensivo nella sua totalità. Da ultima, ma non per importanza, la somma significativa di 113.000 euro, predisposta per l’assistenza scolastica a studenti e studentesse con disabilità.

“Ci rendiamo conto dell’importante impegno economico che il Comune sta sostenendo per le scuole – è stato il commento del consigliere Cristina Tentori -  e ci sembra che questo sia assolutamente importante per il futuro dei cittadini di Galbiate. Tenendo conto della necessità di instaurare un rapporto di collaborazione e di confronto con la scuola, riteniamo quindi di dover votare positivamente approvando questo Piano Diritto allo Studio”. Sulla stessa visione favorevole – condivisa in fase di voto da tutta l’assise – si è collocato infine anche il commento del capogruppo di maggioranza Carlo Mazzoleni, precisando quanto “le menti dei nostri giovani siano il principale fondamento su cui si basa una comunità e con le quali può essere garantita la sua continuità generazionale nel tempo”.

I consiglieri Paola Golfari e Cristina Tentori

Il consigliere Manuele Rusconi

Secondo punto all’ordine del giorno è stata invece l’ultima variazione al bilancio 2018/2020, che ha visto il consigliere Piergiovanni Montanelli esporre le cifre della diversa distribuzione di una somma che l’Amministrazione avrebbe dovuto destinare alla realizzazione del nuovo Piano di Governo del Territorio (PGT) ma che – dopo la modifica da parte di Regione Lombardia dei tempi di tale progetto – intende utilizzare per iniziative immediate. Lo storno, il quale ammonta complessivamente a 89.000 euro, sarà quindi così ridistribuito: 58.000 euro dedicati alla ristrutturazione della rete informatica del Comune, 10.000 per la restaurazione del tetto della palestra di Villa Vergano ed ulteriori 10.000 euro come contributo al Parco Monte Barro per la sistemazione della strada di San Michele a seguito dell’ordinanza del sindaco di Pescate Dante De Capitani. La stessa cifra, infine, sarà messa in campo per la manutenzione straordinaria della pubblica illuminazione del paese. Anche in questo caso, la presentazione della variazione di bilancio è stata seguita dalla dichiarazione di voto favorevole non solo della maggioranza di “Agenda Galbiate”, ma anche dalle minoranze “Galbiate Cambia” e “Per Galbiate” rappresentate rispettivamente dei capigruppo Paola Golfari e Gerolamo Quadrio. Astenutosi, invece, il pentastellato Manuele Rusconi. 

Il sindaco Benedetto Negri

A conclusione della seduta, un ultimo accenno da parte del sindaco Benedetto Negri circa i lavori di sistemazione degli infissi presso la scuola media di Galbiate, ufficialmente conclusi, così come quelli relativi alla strada in via Mozzana. Buone notizie anche per quanto riguarda la “questione Camporeso” (il cui progetto di rifacimento della strada sarebbe stato approvato dalla Provincia) e nell’ambito della raccolta differenziata: dalla prima settimana di dicembre a Galbiate e Sala al Barro sarà infatti possibile ritirare il nuovo calendario della raccolta differenziata insieme al sacco viola multileggero, quello dell’umido ed il sacco trasparente. Si dovrà aspettare fino a sabato 15 dicembre, invece, per le frazioni di Bartesate, Villa Vergano e Ponte Azzone Visconti. Nel frattempo, in prospettiva del prossimo anno, l’Amministrazione inizia a riflettere sulla cosiddetta “raccolta puntuale”, valutando i costi e l’agibilità dell’iniziativa.
È previsto infine un “nuovo look” anche per il Monumento ai Caduti in Largo Indipendenza, il quale – grazie all’autorizzazione della sovrintendenza – sarà restaurato con una somma di 60.000 euro stanziati dall’Amministrazione con il contributo del Gruppo Alpini: a detta del borgomastro, entro il 12 dicembre si avrà ufficialmente il nome dell’impresa vincitrice del bando regionale e all’alba del 2019 si potrà definitivamente iniziare con i lavori.

Il consigliere Manuele Rusconi

Il momento conclusivo del consiglio comunale è spettato però di diritto alla segretaria Lucia Franco, da sempre silenziosamente alla sinistra del primo cittadino dell’assise in ogni seduta consigliare e pronta per andare in pensione: a lei è andato il ringraziamento finale dell’Amministrazione ed il rinfresco organizzato  giovedì ad ora di pranzo, per un saluto conviviale insieme ad amici e colleghi, in ricordo degli anni trascorsi fianco a fianco.
F.A.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco