Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 57.303.634
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 04 dicembre 2018 alle 20:24

Lecco: i vigili del fuoco in festa per Santa Barbara, attribuiti otto riconoscimenti

Fase 2, nel tardo pomeriggio odierno, dei festeggiamenti in onore di Santa Barbara, patrona del Corpo dei Vigili del Fuoco. Se infatti in mattinata i rappresentanti sindacali hanno organizzato un momento di protesta dinnanzi all’area destinata ad accogliere la nuova caserma, alle 17 presso l’attuale sede di piazza Bione – tirata a lucido per l’occasione – ha preso avvio la cerimonia ufficiale alla presenza delle autorità cittadine e di un bel gruppetto di pompieri, anche dei distaccamenti volontari di Merate, Bellano e Valmadrera. Il tema del Comando a lago però, inevitabilmente, è entrato – prorompente – anche nel primo discorso del 4 dicembre tenuto dall’ingegner Giuseppe Biffarella.

Il Comandante Giuseppe Biffarella

Dopo aver infatti ricapitolato il contenuto del dossier che riassume l’attività condotta dal primo gennaio al 30 novembre, soffermandosi sulla carenza di personale, il nuovo numero uno ha voluto rassicurare le RSU e quanti questa mattina hanno preso parte al picchietto specificando come il 2018 non sia stato un anno perso quanto piuttosto “un anno servito per la caratterizzare l’area” prescelta. Il rettangolo verde che dovrà infatti ospitare la caserma, come è noto, è una ex “discarica” sulla quale nei mesi scorsi – ha ricordato il comandante – sono stati effettuati i carotaggi prescritti per sondare il sottosuolo. “In uno è stato riscontrato amianto in frammenti, in tutti rifiuti speciali ma non pericolosi”.

Spiegato ciò – nulla di nuovo – Biffarella ha voluto altresì evidenziare come le risorse necessarie per “isolare” la costruzione dal terreno siano già a disposizione, indicando in ben 2milioni e 300.000 euro la somma massima stimata. “Il primo passo è stato fatto” ha proseguito, ribadendo inoltre come l’area sia ritenuta di pregio non solo ambientale e come sulla stessa sarà edificata una caserma “unica”, “la più bella in assoluto”, progettata dando seguito “a un concorso di idee internazionale”. Entro la prossima Santa Barbara – ha infine garantito – qualcosa si vedrà.

Mons. Davide Milani

Primo 4 dicembre a Lecco anche per monsignor Davide Milani: il prevosto ha celebrato personalmente la santa messa che ha aperto il pomeriggio presso il Comando. Rifacendosi alle letture previste dalla liturgia odierna, il sacerdote ha focalizzato la propria omelia sul giorno del giudizio, quando “resterà solo ciò che il fuoco non consuma”. Nell’attesa, dunque, “di un altro tempo”, il don ha rimarcato – come detto nel discorso per San Nicolò – come la “nostra città funziona perché tante persone fanno bene il loro lavoro”, aggiungendo di aver pensato proprio ai Vigili del Fuoco inserendo tale passaggio nel proprio monologo pronunciato domenica in Basilica. “Voi e poco altri siete talmente consapevoli nel vostro lavoro perché la materia è grave” ha affermato, sottolineando come errore possa costare davvero caro. “Dobbiamo imparare tutti da voi, di come ogni gesto fatto bene è decisivo. Ma non sono qua per lisciarvi il pelo” ha anche detto, arrivando dunque a chiedere ai pompieri di essere testimoni, di “risvegliare la coscienza civile di questa città”.

I premiati con il Prefetto Liliana Baccari

Sacrificio e dedizione, infine, sono stati protagonisti dell’ultimo momento – prima del buffet – della cerimonia con la consegna di quattro attestati e di altrettanti riconoscimenti. Premiati per i 15 anni di servizio Andrea Tenchio, Massimo Dell’Oro, Jacopo Balbiani e Alessandro Dell’Oro. Applausi poi per i 33 anni di carriera a Giorgio Ioli, Rodolfo Colombo e Giorgio Stucchi e per il traguardo dei 36 anni tagliato invece da Massimo Cassanelli.
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

A.M.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco