Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 57.247.945
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Giovedì 06 dicembre 2018 alle 18:10

Lecco: inaugurata la Casa della Solidarietà e della Terza età, ''spazio per la comunità''

Un successo l’inaugurazione oggi pomeriggio, 6 dicembre, della Casa della solidarietà e della terza età di San Giovanni, la ex scuola dell’infanzia ed elementare del quartiere riqualificata con un intervento del valore di oltre un milione di euro per trasformare l’edificio nella sede di Auser, Anteas e degli uffici comunali del SID Servizi Integrati Domiciliarità. “Uno spazio che torna a vivere per la comunità e con la comunità” ha commentato il sindaco Virginio Brivio, prima di introdurre i rappresentanti dei tanti soggetti che hanno avuto un ruolo nella realizzazione di questo progetto.


Don Claudio Maggioni, l'assessore Simona Piazza, il sindaco Virginio Brivio





"Sono molteplici gli elementi positivi collegati con l'apertura della Casa della solidarietà e della terza età, primo fra tutti il fatto di aver recuperato un bene prezioso come questo edificio di San Giovanni, e di avergli dato una nuova funzione e dunque vita nuova: un bell'esempio di rigenerazione urbana degli spazi pubblici. Da evidenziare anche come la Casa sia situata in una zona di snodo tra il centro cittadino e i rioni alti, e come proprio qui il progetto condotto con Auser e Anteas, ma anche con il loro contributo economico e con quello di Fondazione Cariplo, abbia voluto creare una sede condivisa tra associazioni e Comune, tra operatori volontari e professionisti, generando un valore aggiunto che permetterà anche di dare nuova linfa alla coprogettazione che da anni vede fianco a fianco Comune, Auser e Anteas”.



I cori di Auser e Anteas



Ad illustrare ai tantissimi cittadini che hanno partecipato all’inaugurazione la storia dell’edificio è stata l’assessore alla Cultura Simona Piazza, che ha concluso il suo intervento dicendo che “il quartiere di San Giovanni ha conservato la propria scuola, il proprio palazzo civico, oggi trasformato in centro di iniziativa e impegno sociale per il territorio, e questo incontro tra l'infanzia e la terza età, che hanno vissuto e vivranno queste mura, sono di grande auspicio per l'impegno e l'attività dei volontari e quella sociale che qui verrà svolta”.

VIDEO



E sono stati proprio le rappresentanti delle associazione le più emozionate: "Un obiettivo importante, che abbiamo raggiunto grazie a un attento e complesso lavoro di squadra condotto tra associazioni ed Enti pubblici - ha commentato la presidente di Anteas Lecco Emilia Spreafico -. Ora la nostra associazione avrà non solo una nuova sede, ma potrà anche collaborare con maggior sinergia e condivisione con Auser e Comune di Lecco, per offrire alla nostra città servizi sempre più attenti e qualificati pensati per gli anziani e per le loro famiglie. Il 6 dicembre segna dunque una data importante sia per noi, sia per la nostra comunità, così come voluto da chi, prima di me, ha dato vita a questo sogno per la città di Lecco, che da oggi è la sua concreta realizzazione. Tanti anni fa questo era stato un luogo segno di guerra e morte, oggi diventa simbolo di amore e di solidarietà per i bisognosi”.


.

Al centro Mario Romano Negri, Fondazione Cariplo

Parole condivise anche dalla presidente Auser provinciale di Lecco Luisa Ongaro: “È un momento molto importante e significativo, il percorso di strutturare uno spazio più adeguato a operare, rispondendo ai bisogni, sempre crescenti, della popolazione anziana e dei soggetti più fragili vede la sua realizzazione. Si vuole offrire anche un nuovo modo di pensare il rapporto con la comunità, in uno spazio aperto e accogliente, dove essere a contatto, sempre più, con le persone. Un modo innovativo di lavorare insieme che, unendo competenze ed esperienze di ciascun soggetto, in un grande ambiente dove associazioni come Auser e Anteas, con le stesse finalità e obiettivi, con i servizi comunali, sperimenteranno una sinergia di intenti e di progettualità. Un traguardo veramente ambizioso, possibile solo con l'aiuto ed il sostegno di tutti quanti hanno creduto in questo progetto”.


 Emilia Spreafico, presidente di Anteas Lecco


  Luisa Ongaro, presidente Auser provinciale di Lecco


Riccardo Mariani, assessore ai Servizi sociali

Non poteva mancare il contributo della Fondazione Cariplo, partner economico del progetto, affidato alle parole di Mario Romano Negri: “Abbiamo recuperato un bene pubblico abbandonato e in più valorizzato il lavoro che i volontari portano avanti con le persone anziane, ereditando questa attenzione dalla nostra tradizione, per non doverci mai trovare nella situazione di dover fondare il ministero della Solitudine”. A spiegare di cosa si occupa il servizio comunale che si insedierà nella Casa della solidarietà con Auser e Anteas è stato l’assessore ai Servizi sociali Riccardo Mariani: “Il SID - Servizi integrati alla domiciliarità - vuole essere un elemento di supporto alle due associazioni che offra un servizio con un approccio complessivo, che si occupi non solo dell’anziano ma anche dell’intera famiglia. Ci sarà qui un'equipe di professionisti che possano fornire la risposta giusta a qualunque bisogno".


Lella Brambilla, presidente di Auser regionale


Elisabetta Fossati, presidente Anteas regionale



Non poteva mancare, nel giorno di San Nicolò, la benedizione del parroco di San Giovanni don Claudio Maggioni che ha ricordato il messaggio dell’arcivescovo Delpini: “Nessuna realtà, nessuna persona e nessun gruppo è mai esente da una qualche forma di bene e per questo può considerarsi benedetta da Dio. Per questo luogo e per le associazioni che lo faranno rivivere, la benedizione è invocata e ottenuta”. Dopo i saluti del presidente di Auser Lombardia, membro dell'ufficio di presidenza del sodalizio nazionale, Lella Brambilla ed Elisabetta Fossati, presidente Anteas regionale, c’è stato l’atteso taglio del nastro e la conclusione della cerimonia con un rinfresco.
M.V.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco