Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 57.248.871
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 07 dicembre 2018 alle 17:28

Lecco: litiga in piazza della stazione poi portato in Questura 'dà di matto', arrestato

La Questura di Lecco
Un "San Nicolò" movimentato per la Polizia di Stato: nel giorno dedicato al Patrono di Lecco gli agenti della Squadra Volanti si sono trovati ad avere a che fare con due persone moleste, una delle quali ha poi dato "filo da torcere" agli operanti. Teatro dell'intervento delle divise è stata Piazza Lega Lombarda: attorno alle 21.30 i due giovanotti, hanno avuto un violento alterco tra loro con gli animi surriscaldati anche dall'assunzione di alcool e/o altro.
Alla richiesta di esibire i documenti entrambi hanno fornito la carta d'identità, una delle quali è risultata però rotta in due parti; per gli agenti della Volante, visto lo stato di continua agitazione che sfociava da subito in oltraggio e minaccia a Pubblico Ufficiale, è risultato impossibile verificare la correttezza delle generalità fornite dai soggetti e, pertanto, i due sono stati accompagnati in Questura.
Cambiato lo scenario, non è cambiato invece l'atteggiamento tenuto da uno dei due, poi identificato in H.C.L.E, classe 1996, cittadino dell'Ecuador, pluri-pregiudicato. Il ragazzo infatti avrebbe continuato con una condotta oltraggiosa e minacciosa nei confronti degli agenti arrivando a sbattere il propro permesso di soggiorno sulla scrivania e a scagliarsi improvvisamente contro un poliziotto, colpendolo dapprima con un calcio al ginocchio e poi con un pugno al fianco.
A questo punto il soggetto veniva bloccato ma, in preda al delirio, pare se la sia presa anche con la porta, buttandosi poi in terra e sputando anche contro gli agenti, tanto da rendere necessario l'intervento di personale del 118.
Il sudamericano è stato dunque tratto in arresto mentre l'amico, dopo la contestazione della violazione amministrativa di ubriachezza molesta, è stato rilasciato.
Nella mattinata odierna per H.C.L.E ha avuto luogo il rito direttissimo presso il Tribunale di Lecco dove l'arresto è stato convalidato ed è stata applicata nei confronti del reo la misura dell'obbligo di dimora nel Comune di Lecco, con obbligo di non allontanarsi dalla propria abitazione dalle ore 20.00 alle ore 8.00 del giorno successivo. Sono stati richiesti dal legale i termini a difesa, in attesa di giudizio previsto nel febbraio 2019.

© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco