Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 67.780.971
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 09 dicembre 2018 alle 09:29

Calolzio: sull'area verde dedicata a Giovanni Ripamonti

Abbiamo appreso dagli organi di stampa che l’Amministrazione Comunale ha deciso che il 27 gennaio prossimo, in occasione della “giornata della memoria”, dedicherà ufficialmente la porzione di area verde  di via De Gasperi ad un nostro concittadino deportato dai nazifascisti nel campo di concentramento di Gusen.
Questa decisione e questo evento non possono che trovarci pienamente d’accordo, in quanto GIOVANNI RIPAMONTI suggella la memoria di un calolziese così come di altri concittadini e italiani che sono stati trucidati dai nazifascisti nei campi di concentramento e nelle carceri d’Europa e deve insegnare a tutti a riflettere sulle atrocità del passato, per far sì che non si possano più ripetere.
A fronte dei brutti segnali inerenti il lievitare di tutti quegli atti di violenza e intolleranza verso i diversi e della gravità del “Decreto Sicurezza”, approvato solo alcuni giorni fa, che va a negare valori e principi di solidarietà e di uguaglianza che sono alla base della nostra Costituzione nata dalla Resistenza, riteniamo che non si possa più tacere e che non ci si possa soffermare solo a dediche e ricorrenze, ma che gli ideali e i valori dei nostri padri costituenti siano da parte di tutti ed in particolare da parte di chi ricopre cariche istituzionali un esercizio attuale e quotidiano.                     
Il coordinamento della Casa delle Sinistre
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco