Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 66.464.492
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 22 dicembre 2018 alle 09:51

Il sindaco Brivio chiude soddisfatto il 2018: ''Il mio anno migliore da amministratore''

Virginio Brivio
Il sindaco Virginio Brivio amministra la città dal 2010, ma quello che sta per concludersi è stato secondo lui “senza dubbio l’anno milgiore”. Questo è quello ha confessato ieri sera, venerdì 21 dicembre, prima dell’inizio del Consiglio comunale, durante il momento dedicato al “bilancio annuale” delle attività dell’Amministrazione comunale. Tante le spillette che il primo cittadino si è appuntato alla giacca - propria e della giunta - a partire in primis da quanto “portato a casa” dal punto di vista del patrimonio comunale: la riqualificazione del centro sportivo, per i quale sono stati stanziati quasi 3 milioni di euro nel prossimo triennio; l’area della ex Piccola, che verrà acquisita dal Comune; l’apertura del posteggio del Broletto nord, inaugurato l’altro ieri, il restauro di Villa Manzoni, del Teatro della società e della scuola di via Ghislanzoni, l’acquisto dell’immobile di via Marco d’Oggiono dove si trasferiranno gli uffici comunali; l’aggiudicazione di questi giorni dell’appalto per il lavori all’ostello. Ma Brivio è orgoglioso anche di quanto portato a casa sotto il profilo dei servizi sociale, della cultura e dell’ambiente: l’impresa sociale, il cui statuto è stato approvato ieri sera dal Consiglio comunale, la rassegna delle Grandi mostre a Palazzo delle paure, il progetto delle Vie del viandante e quello sul convento di Fra Cristoforo, la gestione dei posteggi in house, l’approvazione del Paesc per la riduzione della Co2; il ridimensionamento dei mutui e la chiusura del contenzioso sul tema dei derivati con Deutsch Bank. “È stato un anno strepitoso - ha detto il sindaco - e solo che è miope può pensare che sia tardi. Certo di problemi ce ne sono, ma forse alcuni dipendono da di chi c’era prima di me, penso all’ex Oasa e al teatro di via Caprera. Il cambio c’è stato e si vede, è stato un anno positivo e di svolta decisiva. Certo ci sono ancora delle difficoltà dal punto di vista economico, le sfide da affrontare per uscire dalla crisi sono ancora attuali ma per noi c’è stato un cambio di rotta significativo grazie anche alla disponibilità dei dirigenti, coordinati dal segretario comunale Sandro De Martino e grazie al buon rapporto con gli altri enti”. Ottimista il primo cittadino anche per il prossimo anno: “Nei primi sei mesi del 2019 faremo investimenti per 25 milioni, è la cifra spesa complessivamente nel mio primo mandato”.

Per visualizzare il depliant "Traguardi e progetti della nostra città nel 2018 e oltre" firmato dalla Giunta, clicca qui.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco