Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 66.181.525
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 07 gennaio 2019 alle 19:40

Bosisio, Trezzi e i militonti

Spettabile Redazione, Caro Direttore,
a proposito dei simpatici diverbi tra Bosisio e Trezzi, noto come il detto: “Chi sa fa, chi non sa insegna”, sia sempre di grande attualità.
L’esercito dei “militonti”, neologismo udito dal filosofo Diego Fusaro, continua ad evidenziare l’incapacità e l’incultura del governo in carica, dimenticando che noi poveri tapini, anche se ignoranti, non abbiamo più l’anello al naso, per ricordare che i super titolati dei governi precedenti, i detentori della cultura non solo nazionale, da Monti (Super Mario) a Gentiloni, hanno prodotto 400 miliardi di debito pubblico, mentre questi hanno tentato di sforare di 2,4.
Ognuno di noi, naturalmente, voterà per chi crede, perché è un suo diritto ma non abbiamo bisogno d’essere imboccati dai soliti “militonti” in s.p.e. , né di sinistra, né tanto meno, di destra, anche se da quella parte i presuntuosi che si danno i voti sono veramente pochi.
Cordialmente
Giovanni Bartolozzi
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco