Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 63.078.710
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 08 gennaio 2019 alle 16:19

Galbiate, M5S dopo la nuova legge di bilancio: 'Non avete più alibi, Villa Serena deve rimanere pubblica'

Si apre un nuovo capitolo per la questione Villa Serena, che da mesi vede contrapporsi l’Amministrazione Comunale rappresentata da “Agenda Galbiate” e la minoranza Cinque Stelle capitanata dal capogruppo Manuele Rusconi. A cambiare le carte in tavola, questa volta, potrebbe essere la neo-approvazione della legge di bilancio con la quale il governo avrebbe stabilito delle modifiche per quanto riguarda le società partecipate dai comuni.

“Il comma 723 integra il testo unico sulle società a partecipazione pubblica (D.Lgs. n. 175/2016), introducendo all' interno dell'articolo 24, relativo alla revisione straordinaria delle partecipazioni detenute dalle pubbliche amministrazioni, il comma 5-bis” recita il comunicato stampa emesso dai pentastellati. “Tale comma elimina l’obbligo di alienazione entro un anno dall’avvenuta ricognizione straordinaria, di tutte quelle società partecipate che abbiano prodotto un risultato medio in utile nel triennio precedente alla ricognizione (dunque nel triennio 2014-2016). L’autorizzazione a non procedere alla vendita è estesa fino al 31 dicembre 2021. Dalla consultazione dei bilanci pubblici di Villa Serena S.p.A. risulta evidente che la Società, nel triennio in oggetto, ha sempre prodotto utili, rientrando nella casistica prevista dalla nuova norma.  Di fatto, parte del testo unico sulle società partecipate, discendente dalla cosiddetta Legge Madia, viene modificato. A questo punto Agenda Galbiate non ha più alibi e non può nascondersi dietro alla frase ‘ce lo impone la legge Madia’. L’operazione avviata dal comune di Galbiate riguardo la privatizzazione di Villa Serena S.p.A. deve necessariamente essere bloccata” ha così concluso la minoranza, sottolineando come questo sia solo l’ennesimo dubbio sorto senza una soddisfacente risposta da parte dell’’Amministrazione.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco