Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 68.341.708
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 13 gennaio 2019 alle 14:28

Olginate: Santa Maria 'rivive' con la decima edizione della festa, fra passato e presente

Si è aperta come di consueto in un tripudio di colori, allegria e musica “Rivivi Santa Maria”, la festa organizzata a Olginate dall’omonimo sodalizio in collaborazione con il Comune, la Pro Loco e tante associazioni per far conoscere e valorizzare uno degli angoli del paese più ricchi di storia e di cultura, a partire dall’antico Convento le cui origini rimandano al XIII secolo.

Un’edizione davvero speciale quella di oggi, domenica 13 gennaio, avendo la manifestazione tagliato l’importante traguardo del decimo anniversario: ad aprire le danze sono stati i bambini del Piedibus con i loro accompagnatori, giunti nel cuore della località che porta appunto il nome di Santa Maria in un vivace corteo guidato dalla marching band vicentina “Mosson Drum & Bugle Corps”, che ha proposto un momento di intrattenimento musicale durante il taglio della torta per il decimo “compleanno” dell’iniziativa. Una torta insolita, fatta soltanto di pane, come ha subito fatto notare il presidente del gruppo “Rivivi Santa Maria” Andrea Radaelli, ma emblematica dello spirito di una comunità sempre unita nei valori di semplicità, aiuto reciproco e solidarietà.
VIDEO

Prima del brindisi con gli “storici” abitanti della frazione e gli organizzatori dell’iniziativa, a suggellare il momento solenne è stato il consueto lancio dei palloncini, che ha riempito il cielo azzurro di tantissimi colori. Nel frattempo, già dalle prime ore del mattino la frazione olginatese si era animata con tanti banchetti di hobbisti e agricoltori locali – con la novità del mercatino a chilometri zero a cura dei produttori di Campagna Amica – nonché con le mostre allestite all’interno degli spazi del Convento di Santa Maria la Vite, attualmente di proprietà della famiglia Podestà dopo essere stato in passato un importante centro rurale, oltre che un filatoio e un lazzaretto.

Nella splendida cornice, quest’anno hanno trovato posto gli attrezzi e gli oggetti tipici dei “vecchi mestieri dimenticati”, esposti grazie all’Associazione Frammenti di Storia di Zanica (BG) a fianco della mostra “L’arma alla Grande Guerra”, curata invece dal Nucleo Uniformi Storiche dell’Associazione Nazionale Carabinieri-Sezione di Olginate. E ancora, spazio alla pittura con i “Colori e forme dell’acqua” di Maria Milani e alla fotografia con un originale allestimento a cura di FotoLibera, in altre due esposizioni allestite negli spazi dell’antica chiesetta in cui non sono mancati il sale benedetto e le tradizionali candeline messi in vendita per la ricorrenza di Sant’Antonio Abate.
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

La festa odierna è stata inoltre l’occasione per iniziare a “sondare il terreno” in merito alla possibilità di mettere in campo nuove iniziative per la valorizzazione della località, grazie anche all’intervento di un’esperta antropologa: l’idea dei volontari di “Rivivi Santa Maria” – sempre guidati da un instancabile Andrea Radaelli – sarebbe quella di raccogliere la maggior quantità possibile di materiale (fotografie, testimonianze orali anche in forma di semplici ricordi e aneddoti, scritti di vario genere, documenti d’epoca…) per poi realizzare un prodotto destinato ad immortalare nel tempo, per le future generazioni, la storia e il passato non solo e non tanto di un luogo pur importante, ma soprattutto di una comunità, ricca di volti, legami, tradizioni e usi che con la scomparsa delle ultime “memorie storiche” rischierebbero di perdersi per sempre.

In attesa della benedizione degli animali, la festa di “Rivivi Santa Maria” proseguirà per tutto il pomeriggio odierno con laboratori creativi, spettacoli teatrali, momenti musicali e originali iniziative per grandi e piccini tra cui il giro in pony con il “battesimo” della sella.
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco