Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 68.341.282
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 14 gennaio 2019 alle 12:56

Bellano: un 2018 intenso per la Protezione Civile ANA, 152 giornate di lavoro e gli interventi per il COM

Sono state ben 152 le giornate di lavoro “donate” nel 2018 alla collettività dai volontari della Squadra di Protezione Civile - Associazione Nazionale Alpini di Bellano, alle quali se ne aggiungono altre 400 per i lavori di realizzazione del nuovo COM, al primo piano della stazione ferroviaria. Ed è stato indubbiamente il Centro Operativo Misto, inaugurato ufficialmente il 16 settembre scorso, il maggior successo del 2018 per la Squadra, parte attiva nella ricerca dei fondi extra necessari e nella concreta realizzazione degli interventi, dalla sistemazione delle pavimentazioni e dei bagni alla totale imbiancatura dei locali, fino all’adeguamento dell’impianto elettrico e dell’allestimento dei locali con arredi e attrezzature.


Il taglio del nastro del Centro Operativo Misto

Questo importante impegno, comunque, non ha “distratto” i volontari dalla loro consueta attività: durante l’anno, la Squadra guidata da Cristian Mornico ha svolto in totale 14 sopralluoghi sul territorio per rispondere sia a segnalazioni di cittadini e amministratori comunali, sia alle allerte di Protezione Civile emesse dalla Sala Operativa di Regione Lombardia. Tanti anche gli interventi di prevenzione, dalla pulizia dell’alveo in località Valletta, il 7 aprile, e del torrente Pioverna a fine settembre, alla bonifica di un corso d’acqua nei pressi dell’abitato di Grebbia, nel mese di ottobre, a seguito di un piccolo smottamento. Sempre qui, il 2 aprile, tre volontari sono intervenuti in emergenza per il collasso di un muro di contenimento in pietra, nonché, soltanto dieci giorni dopo ma anche l’1 novembre, per altri due episodi del tutto simili. Il 29 ottobre, inoltre, per far fronte al violento nubifragio che aveva colpito l’intero territorio provinciale, la Squadra è stata chiamata ad attuare le procedure fornite da Regione Lombardia a seguito del rischio di esondazione del torrente Pioverna, decretando l’apertura dell’UCL (Unità di Crisi Locale) presso il COM per una comunicazione diretta con la Sala Operativa della Regione.



Non sono mancate, poi, nemmeno nel 2018 le attività in tema di istruzione, con i volontari chiamati a collaborare con l’Istituto Comprensivo di Bellano per le due prove periodiche di evacuazione. La Squadra è stata poi impegnata nell’organizzazione del campo scuola “Anch’io sono la Protezione Civile”, che ha visto coinvolti 24 ragazzi di prima media in “lezioni” teoriche, attività pratiche e uscite sul territorio, dormendo in tenda per una settimana all’interno della palestra comunale: un’iniziativa molto apprezzata, che ha ricevuto il plauso anche del funzionario della Presidenza del Consiglio dei Ministri inviato dal Dipartimento di Protezione Civile a verificare di persona il suo svolgimento. Altro lavoro, infine, in occasione degli eventi organizzati in paese, dove la Squadra ha svolto il consueto servizio d’ordine e di assistenza alla popolazione: ben 18 i volontari “reclutati” per la Pesa Vegia del 5 gennaio, 6 quelli per il Trail del Viandante del 27 maggio e altrettanti per le celebrazioni della festa patronale del 27 luglio.

Per leggere la relazione completa dell’attività annuale a cura del caposquadra Cristian Mornico CLICCA QUI.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco