Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 67.909.657
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 15 gennaio 2019 alle 11:05

Vaccinazione antinfluenzale: trend in aumento rispetto alla passata stagione, 'coperti' 36.000 lecchesi

Sono quasi 152.000 le persone che in ATS Brianza (province di Lecco e di Monza) hanno scelto di sottoporsi alla vaccinazione tetravalente gratuita antinfluenzale presso i medici di medicina generale e gli ambulatori delle Aziende Socio Sanitarie Territoriali. I dati, aggiornati al 10 gennaio, non sono ancora definitivi, in quanto mancano le registrazioni di alcuni Medici di Medicina Generale e degli enti esterni (come RSA, case di cura, presidi ospedalieri), ma è possibile rilevare come il trend sia in aumento rispetto allo scorso anno.

La campagna vaccinale è partita a inizio novembre 2018 e la vaccinazione antinfluenzale è stata offerta gratuitamente e attivamente ai soggetti che, per le loro condizioni personali, hanno un maggior rischio di complicanze nel caso contraggano l'influenza (ultra 65 enni e soggetti dai 6 mesi ai 65 anni affetti da patologie).   
In ATS Brianza i soggetti vaccinati con patologie e ultra 65 enni sono stati finora circa 127.500; quelli nella fascia 6-65 con condizioni di rischio 18.335. Hanno poi aderito all'offerta vaccinale 371 soggetti tra gli addetti ai servizi pubblici di primario interesse collettivo e particolari categorie di lavoratori (come le forze dell'ordine) e 142 soggetti tra il personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani (come i veterinari); quasi 3.000 infine i medici e il personale sanitario di assistenza e 352 donne nel secondo e terzo trimestre di gravidanza. La novità introdotta da quest'anno, la possibilità di vaccinarsi  gratuitamente per i donatori di sangue, è stata colta da 412 donatori. Sono state inoltre rendicontate 723 dosi somministrate a quanti hanno optato per una scelta individuale di protezione e non appartenenti alla categorie individuate dal Ministero della Salute.  
Per quanto riguarda lo specifico il territorio lecchese, sono 36.123 i soggetti che ad oggi si sono sottoposti alla vaccinazione di cui 30.470 over 65, rivoltisi in prevalenza al proprio medico di base. 192 i "protetti" tra dottori, infermieri e ausiliari che hanno ottenuto la dose nella maggior parte dei casi tramite l'ASST. 654 infine i lecchesi che hanno scelto il vaccino pur non appartenendo alle categorie considerate a rischio.  

Sarà possibile effettuare la vaccinazione negli ambulatori ASST anche nel mese di gennaio accedendo agli ambulatori tramite appuntamento, contattando i numeri istituzionali di prenotazione per le vaccinazioni indicati sui siti ASST e ATS. Infine, i soggetti che ne facciano richiesta ma che non appartengono alle categorie comprese nella somministrazione gratuita potranno effettuare la vaccinazione in co-pagamento (al costo di 16 euro a titolo di partecipazione alla spesa).
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco