Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 64.638.479
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 21 gennaio 2019 alle 13:55

Cambia Calolzio: trasparenza e etica in politica, promesse da Pinocchio

Sono ormai trascorsi sei mesi da quando il nostro Gruppo Consigliare propose all’Amministrazione comunale l’introduzione nella nostra città di un codice etico di comportamento per gli tutti amministratori, proposta poi bocciata dalla stessa maggioranza perché ritenuta troppo articolata e complessa per la nostra realtà, impegnandosi a presentare un proprio provvedimento.
Abbiamo aspettato e poi sollecitato l’amministrazione per aver una risposta. Ebbene, dopo la seduta della commissione garanzie statutarie del 16 gennaio, il Gruppo Civico Cambia Calolzio può affermare che quanto affermato dalla Lega non sono altro che promesse da pinocchio!
La maggioranza, per voce del capogruppo Marco Bonaiti, non ha presentato nessun provvedimento ma bensì il nostro codice etico ridimensionato con la cancellazione di ben 13 articoli su 26 perché ritenuti “ovvi e inutili” come ad esempio le dimissioni dell’amministratore in caso di rinvio a giudizio per truffa e reati penali, oppure il divieto di cumolo di cariche politiche piuttosto che la pubblicazione del propria condizione reddituale e patrimoniale.
Il dietrofront della maggioranza all’impegno assunto in campagna elettorale e in consiglio comunale è davvero imbarazzante. Viene, quindi, spontaneo chiedersi perché un amministratore pubblico non deve accettare un regolamento che ne disciplini la condotta etica.
A questo punto, invitiamo il Sindaco e i suoi assessori a rendere pubblico le donazioni al Comune di Calolzio in sostituzione della mancata riduzione del proprio stipendio. Taglio che la precedente amministrazione aveva assunto con un risparmio per i cittadini di oltre 100 mila euro nel corso del quinquennio.
Riteniamo che un comportamento eticotrasparente, da parte di chi è delegato a governare, sia importante per recuperare la fiducia dei cittadini nei confronti delle istituzioni, segnata anche dalla bassa affluenza al voto nelle ultime elezioni amministrative.
Il Gruppo Civico Cambia Calolzio crede nella trasparenza e, per tale motivo, si impegnerà affinchè la maggioranza introduca “trasparenza ed etica” nella propria azione amministrativa. .

Per #CambiaCalolzio
Diego Colosimo
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco