Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 61.297.108
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 08 febbraio 2019 alle 11:00

Pescate: De Capitani a Radio 1 per parlare di decoro urbano

Dante De Capitani
Breve passaggio in radio nella mattinata di ieri, giovedì 7 febbraio, per il primo cittadino di Pescate Dante De Capitani, le cui recenti prese di posizione in tema di decoro urbano hanno attirato l’attenzione anche dei giornalisti di Radio 1, che hanno voluto riservargli un piccolo spazio all’interno del programma “Centocittà”, in onda a partire dalle 9.30. Contattato telefonicamente, il sindaco “sceriffo” – così come lo hanno definito gli stessi cronisti – ha così avuto modo di spiegare agli italiani in ascolto la sua politica di “tolleranza zero” nei confronti del volantinaggio sul proprio territorio e di tutti quei comportamenti, più o meno volontari, che finiscono per ledere il decoro urbano a lui tanto caro. “Nel 2018 ho incassato 6.000 euro di multe proprio su questo fronte, di cui mi sono occupato personalmente in quanto Comandante della Polizia Locale, comminando a un’azienda, per esempio, sanzioni del valore di 50 euro per ogni singolo volantino promozionale abbandonato abusivamente sulle auto in sosta” ha raccontato De Capitani, sottolineando poi che “a Pescate non ci sono scritte sui muri né cartacce per terra”. Un’affermazione, quest’ultima, che ha sorpreso non poco i conduttori della trasmissione radiofonica, uno dei quali non ha esitato a commentare: “Chapeau, se quest’uomo fosse il sindaco di Roma, la Capitale sarebbe la nuova Abu Dhabi!”. “Ma, dica la verità, almeno quando si è candidato lo ha fatto qualche manifesto?” ha infine domandato il cronista. Pronta la risposta del borgomastro di Pescate, che ha voluto concludere la curiosa chiacchierata con un’ultima doverosa precisazione: “Certo che sì, sono fondamentali in periodo di elezioni. Tra l’altro, in paese abbiamo voluto lavorare molto anche su una campagna per la salvaguardia e la promozione dell’identità territoriale, con enormi manifesti pensati per pubblicizzare le bellezze di Pescate e il nostro modo di operare per la loro valorizzazione”. Per ascoltare l’intervento del sindaco De Capitani (dal minuto 16.35) clicca qui.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco