Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 63.152.137
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 16 febbraio 2019 alle 18:02

Civate: il consigliere Michele Castelnovo scettico sulle elezioni monocolore. 'Ci vuole qualcuno che si metta in gioco'

Michele Castelnuovo
A Civate, con la preannunciata uscita di scena dell’attuale gruppo di minoranza “Civate che Vorrei”, formato da Antonia Dell’Oro, Margherita Villarusso, Michele Castelnovo e Serafino Castagna, si fa sempre più strada l’idea di una lista unica espressione della maggioranza “Noi con Voi”, molto probabilmente guidata dal vicesindaco in carica Angelo Isella. Lo scenario prospettatosi, tuttavia, sembra non convincere la stessa opposizione che, pur confermando la propria intenzione di non ripresentarsi alle Amministrative di maggio, parrebbe voler coinvolgere la cittadinanza, con lo scopo di promuovere l’aggregazione di un gruppo di persone che finalizzi il proprio impegno in una nuova lista.
Disponibile a svolgere un ruolo di “facilitatore” lo stesso consigliere Michele Castelnovo, preoccupato dall’idea di un unico gruppo “in corsa”. “La scelta di non ricandidarmi è prevalentemente un atto di onestà e trasparenza nei confronti degli elettori civatesi – ha infatti dichiarato - Vivo a Lecco, lavoro a Milano e, per quanto ami il mio paese d’origine, non vivendolo più quotidianamente sarebbe ipocrita da parte mia ripresentarmi, mancandomi effettivamente “il polso” delle sue reali problematiche”.
Non è mancato tuttavia lo sforzo di formare una lista da parte dell’intero gruppo d’opposizione: “Ci abbiamo provato fino all’ultimo” commenta Castelnovo. “Settimana scorsa abbiamo fatto il punto della situazione, con anche persone “nuove” ma è emersa la mancanza di condizioni adatte a presentare una squadra che fosse legata all’attuale minoranza (di area centrosinistra, ndr.)”.
Fondamentale per il consigliere sarebbe un maggiore sforzo da parte della cittadinanza a scendere in campo, mettendosi in gioco nella scena politica locale: “Se qualcuno dovesse cambiare idea e volesse costruire un nuovo progetto per il bene del paese, metterò a disposizione la mia esperienza amministrativa, che è stata sicuramente complicata: la maggioranza ha di fatto reso impossibile fare opposizione, nonostante personalmente abbia sempre cercato di portare uno spirito propositivo e costruttivo – e lo dimostrano i vari ordini del giorno e le interrogazioni, mai poste con spirito polemico ma sempre con l’obiettivo di migliorare la vita del paese - Tra i problemi principali riscontrati – ha proseguito Castelnovo – òa mancanza di comunicazione: spesso noi di “Civate che Vorrei” scoprivamo infatti l’esistenza di documenti e allegati il giorno della loro discussione in consiglio. Non so cosa accadrà in paese, ma spero davvero che qualcuno voglia mettersi in gioco, perché l’esperienza in Comune è senz’altro arricchente e appassionante ed è giusto che vi sia pluralità delle liste concorrenti”.
M.C.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco