Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 66.388.098
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 18 febbraio 2019 alle 13:56

Ineleggibilità di Flavio Nogara in Consiglio Regionale: anche per i giudici resta fuori. Il leghista: 'Violati i diritti garantiti dalla Costituzione'

Il Tribunale di Milano ha rigettato il ricorso presentato da Flavio Nogara contro la sua decadenza da consigliere regionale decretata lo scorso 12 giugno dal Consiglio, con 49 voti favorevoli su 77, dopo il parere nello stesso senso già espresso dalla Commissione elettorale presieduta dalla dem Elisabetta Strada, pur auspicando una revisione delle rigide regole che hanno portato all’esclusione del leghista.  

La schermata del sito della Regione con la scheda del lecchese Nogara

Come si ricorderà, infatti, il calolziese forte di ben 2.348 preferenze personali ottenute alle consultazioni del 4 marzo 2018 per il rinnovo del governo lombardo, era risultato ineleggibile, secondo i dettami del comma K dell'articolo 3 della legge regionale 2 dicembre 2016 nr. 31 che disciplina, per l’appunto, le cause di ineleggibilità e incompatibilità con la carica di Presidente, assessore, consigliere o sottosegretario. Nello specifico, a “fregare” l’ex segretario provinciale del Carroccio, è stato il non essersi dimesso prima della chiamata alla urne dal cda di Ferrovie Nord. Sono infatti incandidabili, "i componenti degli organi di gestione o di amministrazione, l'amministratore delegato, l'amministratore unico, il direttore generale, i legali rappresentanti e i dirigenti delle società in relazione alle quali la Regione detiene una partecipazione superiore al cinquanta per cento o sulle quali comunque esercita il controllo, anche in forma indiretta".
L’esperienza del leghista tra i banchi di Palazzo Lombardia era così durata giusto una manciata di settimane, il tempo impiegato dall’apposito consiglio per portare a termine l’iter di verifica e per portare dunque in Aula la proposta di deliberazione avente quale etichetta "Accertamento di una causa di ineleggibilità nei confronti del consigliere Flavio Nogara e conseguente annullamento dell'elezione". Dal 12 giugno, dunque, il testimone è passato a Antonello Formenti, già consigliere anche nella precedente legislatura, secondo “classificato” tra i candidati “padani” nel collegio di riferimento con 1.600 voti.
Dal mese successivo, poi, il calolziese, rimasto a casa dalla Regione, siede invece nel cda di Ferrovie dello Stato: i treni lo avevano fatto accomodare sulla banchina, i treni lo hanno rimesso in corsa.
“Accolgo con rispetto la sentenza del Tribunale di Milano che rigetta il mio ricorso contro la rilevata causa di ineleggibilità in quanto non risultavo dimesso per tempo dal cda di Ferrovienord in occasione delle scorse elezioni regionali ma non ne condivido le argomentazioni e a mio giudizio la leggerezza con la quale il tribunale non ha dato nessun peso ai diritti violati e garantiti dalla costituzione di elettorato attivo e passivo”
il commento del diretto interessato, riprendendo quanto già espresso nelle proprie controdeduzioni presentate a suo tempo al consiglio elettorale della Regione. “Valuterò se proseguire con l’appello per far valere oggi i miei diritti che domani potrebbero essere i diritti di altri candidati ed elettori. Avessi vinto alla fine avrei dovuto valutare se rientrare in consiglio regionale abbandonando il mio attuale ruolo nel cda di Ferrovie dello Stato, ma ribadisco che questa non è una questione tra me e Formenti, anche se ovviamente risulta coinvolto in quanto subentrato al mio posto in Consiglio Regionale, ma una questione di diritti”.

Articoli correlati:
30.07.2018 - Ciuf-ciuf Flavio Nogara torna in pista: nominato membro del Cda di Ferrovie dello Stato
12.06.2018 - Flavio Nogara è fuori dal consiglio Regionale: in 49 su 77 hanno votato per la sua esclusione. Entra Antonello Formenti
06.06.2018 - Milano: in 7 su dieci hanno votano per far decadere Nogara da consigliere regionale
15.03.2018 - Flavio Nogara (Lega) è ineleggibile al Consiglio regionale in forza della Legge 31/2016, perché membro del CdA di F.N.M.
A.M.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco