Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 63.152.217
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 24 febbraio 2019 alle 12:01

Malgrate, Peccati sulla lista di De Lillo: ''Inaccettabile il veto sulle persone''

Michele Peccati
“Prendiamo atto della decisione di De Lillo di fondare una propria lista civica e proseguiamo per la nostra strada: mai con chi mette veti sulle persone”. Questo il commento, a poco più di ventiquattro ore dall’ufficializzazione della nascita del gruppo “Malgrate”, ideato appunto dall’ex Assessore alla Cultura Carmine De Lillo, del capogruppo dell’attuale minoranza di “Obiettivo Persona” Michele Peccati. “Negli scorsi mesi c’erano stati degli “agganci”: era stato proprio De Lillo a farsi avanti, proponendomi di unire le forze in vista delle prossime Amministrative – spiega –. Pensavo si potesse valutare un’eventuale coincidenza fra programmi, la condizione da lui posta tuttavia, offensiva e naturalmente inaccettabile, sarebbe stata quella di escludere il resto dei membri del mio gruppo che, evidentemente, non sembrano andargli a genio”. Un atteggiamento, quello di De Lillo, definito “irrispettoso e per nulla adatto alla politica”, che ha lasciato non poco amaro in bocca al consigliere d’opposizione Peccati, definitosi invece “positivamente impressionato” dalla disponibilità del primo cittadino in carica Flavio Polano a dare vita a una lista unica. “Il sindaco, a differenza di De Lillo, non ha posto alcun tipo di “clausola”, dimostrandosi aperto a una collaborazione. “Obiettivo Persona” sta pertanto prendendo in considerazione l’ipotesi di un gruppo “misto”. Naturalmente, sempre che i fini preventivamente concordati coincidano. In caso contrario, continueremo da soli”.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco