Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 64.620.909
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 24 febbraio 2019 alle 17:18

Calolzio: assemblea annuale dell'AVIS, che punta a ''coinvolgere i giovani''

Anche per la sezione di Calolziocorte dell'Avis è arrivato uno dei momenti più importanti dell’anno, l’assemblea dei soci, l’occasione migliore per riflettere su quanto fatto negli ultimi mesi e volgere lo sguardo verso i progetti futuri. Ad ospitarla nella mattinata di oggi, domenica 24 febbraio, è stato il salone dei Volontari del Soccorso. Oltre al bilancio consuntivo, punto cruciale dell’incontro è stata la sessione straordinaria relativa all’adeguamento dello statuto alla riforma del terzo settore, analizzato e spiegato con cura dalla presidente del sodalizio Roberta Galli.



Come già anticipato, la sezione Avis locale ha chiuso il 2018 con 409 soci (in calo di 14 unità rispetto a dodici mesi prima), di cui 389 donatori effettivi e 20 collaboratori, con 829 donazioni effettuate (230 presso il Centro Trasfusionale di Monterosso e le restanti all’Ospedale Manzoni di Lecco), 9 in più del 2017, 703 delle quali di sangue intero e 126 di plasmaferesi. Moltissime le attività svolte nel corso dell'anno, promosse con il consueto obiettivo di diffondere i valori legati al tema della donazione e di una corretta educazione sanitaria. I primi ad essere stati interessati da questi progetti sono i giovani, dal momento che “una delle nostre priorità è proprio un maggiore coinvolgimento dei ragazzi, che rappresentano un forte potenziale”. Proprio per questo sono stati svolti diversi incontri nelle scuole secondarie di I grado “Alessandro Manzoni” e “Caterina Cittadini”, rivolti alle classi seconde, e nell’Istituto “Lorenzo Rota” con i ragazzi di quarta. “Data la loro importanza, abbiamo deciso di continuarli anche nel 2019, in concomitanza con l’organizzazione di serate a tema sanitario all’interno del “Percorso Salute” intitolato alla memoria di Gianluigi Frigerio, storico fondatore e presidente onorario venuto a mancare il 25 febbraio scorso”.



Attivo anche nell’ambito sportivo, il gruppo locale Avis è stato presente in diverse manifestazioni, come alla Monza-Resegone, alla camminata “4 passi tra il verde e… i sapori di Erve” in ricordo di Oreste Bolis e tante altre ancora. “Un altro punto per noi fondamentale è la sinergia con le altre associazioni del territorio, e proprio per consolidare questa collaborazione i nostri volontari hanno preso parte per esempio alla tradizionale passeggiata “4 pass coi Vuluntari” e alle sante Messe in ricordo delle vittime della strada” ha aggiunto la presidente. Ma il 2019 sarà un anno speciale soprattutto per la sezione Avis di Erve, dal 2002 diventata parte integrante della comunale calolziese, che festeggerà il suo quarantesimo compleanno nella giornata di domenica 7 luglio. A questo proposito, per suggellare questo importante traguardo, l’Avis e gli eredi del socio Giuseppe Galimberti, scomparso nel maggio 2018, doneranno al Comune di Erve un defibrillatore laico in suo omaggio. Già in programma per il 12 e 13 ottobre anche le celebrazioni per il 54° anniversario della sezione comunale.


Da sinistra Giancarlo Valsecchi, Marco Ghezzi, Giorgio Grassi, Roberta Galli

Non potevano mancare all’incontro odierno il sindaco di Calolziocorte Marco Ghezzi insieme al collega di Erve Giancarlo Valsecchi, segno di come vi sia una forte collaborazione tra l’associazione di volontariato e le Amministrazioni comunali. Presenti anche Giorgio Grassi, presidente provinciale Avis, e Guglielmo Magni, consigliere regionale.
V.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco