Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 66.454.400
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 12 marzo 2019 alle 13:22

Elezioni provinciali: 'Libertà ed Autonomia' si presenta come la lista del territorio e 'del fare'

"Questa è la lista della destra seria, che fa, che risponde, che non si limita agli slogan e ai proclami perché cerca di affrontare i problemi e risolverli". Ancora una volta è Mauro Piazza a fare sintesi, presentando così la formazione targata "Libertà ed Autonomia" il lizza per il rinnovo del consiglio provinciali alle elezioni di secondo livello -  con il diritto di voto garantito dunque ai soli eletti negli 85 comuni del territorio - in programma per il prossimo 31 marzo.

Antonio Pasquini, Mattia Micheli e Beppe Mambretti

Tre i membri della compagine attualmente seduti a Villa Locatelli, oltre al Presidente Claudio Usuelli investito coralmente della carica da tutte le forze in senso all'assise ad eccezione della sinistra più estrema di "Democrazia è partecipazione" ma rivendicato come un proprio elemento dagli azzurri che, a questa nuova chiamata alle urne, mirano quantomeno a bissare il risultato ottenuto 2 anni fa, cercando poi di strappare eventualmente un'altra poltrona in uno scenario lievemente modificato rispetto al 2017. Questa volta, infatti, Fratelli d'Italia ha scaricato la Lega, accasandosi sotto il vessillo di "Libertà ed Autonomia", insieme al Movimento Nazionale per la Sovranità e alla componente civica di centrodestra che  - come detto a più riprese nel corso della presentazione della lista - ha il proprio riferimento in Mauro Piazza. "Quando si trova l'unità si riesce a essere anche attrattivi" ha detto a tal proposito Beppe Mambretti, facendo riferimento alla ritrovata armonia "in casa" e dunque alla scelta del segretario provinciale di FdI Fabio Mastroberardino di entrare personalmente nella rosa dei candidati di "Libertà ed Autonomia". Escono invece - come già annunciato - Alfredo Casaletto e Antonio Pasquini, quest'ultimo - tra le altre cose - in campo invece per la fascia da sindaco di Casargo, attualmente parte della triade "capitanata" in qualità di capogruppo da Mattia Micheli, nuovamente schierato come capolista.

I candidati presenti alla presentazione
Luca Rossini, Gianluigi Valsecchi, Matteo Manzoni, Mattia Micheli, Irene Alfaroli, Caterina Loprete e Rosanna Rampin

"Oggi parte una nuova avventura ma nel segno della continuità rispetto ai precedente mandati" ha detto dunque quest'ultimo parlando di "Libertà ed Autonomia" come di un simbolo che, negli anni, ha conquistato ulteriore credibilità, riuscendo ad incrementare la rappresentanza in consiglio - da 2 a 3 elementi - fino a far eleggere Usuelli. Ed all'attuale Presidente dell'Ente, presente personalmente al lancio della formazione, ospitato nella sede di Libertà Protagonista in centro Lecco, è stata ovviamente garantito sostegno, "per prendere ancora più in mano le redini della Provincia", superando anche le difficoltà del momento dettata dalle ristrettezze economiche con la Casa dei Comuni depauperata a livello finanziario pur mantenendo funzioni di primaria importanza come ricordato da Antonio Pasquini che ha rivendicato il lavoro svolto quanto a viabilità, trasporto pubblico, canoni idrici e costituzione della stazione unica appaltante arrivando anche, ad assumere decisioni scomode.
"Chiediamo al Governo di lasciare sul territorio le risorse necessarie: non servono annunci ma manutenzioni sulle strade e soldi per le scuole" ha aggiunto l'esponente del Movimento Nazionale per la Sovranità. "Sono certo che la lista accoglierà consenso che va oltre l'appartenenza politica" ha altresì aggiunto, parlando di una schiera di amministratori rappresentativi di tutto il territorio provinciale, dal meratese al casatese, dalla Valsassina al Lago fino all'oggionese. "E' andata a pescare candidati, ascoltando il territorio, in modo inclusivo aggregando forze civiche e partitiche che guardano anche a un modello dell'amministrare, del dare risposto concrete ai Comuni". Sentito il ricordo di Rino Mauri, che avrebbe dovuto essere della partita.

Mauro Piazza

12 le persone in campo che "nonostante la Provincia versi in una situazione davvero al limite dell'incredibile, hanno dato disponibilità a mettersi in gioco, a titolo totalmente gratuito, dentro un ente in difficoltà" come ricordato da Piazza. "Sarebbe normale - ha chiosato il consigliere regionale - immaginare il fuggi fuggi mentre noi vediamo sul territorio uomini e donne che rispondono positivamente, rendendosi disponibili". Non poteva mancare, infine, un accenno alla riproposizione della "frattura" con la Lega. Se due anni fa "Libertà ed Autonomia" aveva chiesto al Carroccio di correre assieme sentendosi rispondere picche,  a questo giro la creazione di due liste è stata presentata come concordata tra due forze che stanno già operando "in piena collaborazione" a Villa Locatelli e che, nella visione del forzista, dovrebbero presentarsi a braccetto anche all'appuntamento elettorale del 2020 a Lecco. Emblematico, in questo senso, il caso Oggiono. "Emblematico anche il caso Merate" la replica di Piazza. "Di volta in volta si valuta. Ma il matrimonio va chiaramente fatto in due".
Senza gettare troppo ora lo sguardo e tornando dunque alle provinciali, ecco la lista al completo:

LIBERTA’ E AUTONOMIA – PROVINCIA di LECCO:
1.Micheli Mattia – Lecco 16/06/1982 – consigliere Abbadia Lariana
2.Albani Fiorenza – Merate 08/06/1976  - consigliere Merate
3.Alfaroli Irene – Lecco 13/09/1976 – assessore Bellano
4.Loprete Caterina – Catanzaro 26/11/1985 – assessore Bosisio
5.Maggioni Maurizio – Merate 02/04/1964 – assessore Olgiate
6.Manzoni Matteo – Bellano 03/04/1979 – sindaco Crandola Valsassina
7.Mastroberardino Fabio Pio – Lecco 15/11/1985 – consigliere Calolzio
8.Rampin Rosanna – Treviso 05/09/1973 – consigliere Casatenovo
9.Rossi Adriana – Lecco 19/05/1955 – consigliere Airuno
10.Rossini Luca – Lecco 27/02/1990 – consigliere Molteno
11.Toto Gennaro – Milano 29/01/1973 – consigliere Cernusco Lombardone
12.Valsecchi Gianluigi – Calolziocorte 19/02/1955 – assessore Ello

A.M.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco