Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 66.214.534
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 12 marzo 2019 alle 16:23

Valmadrera: aggiudicato l’appalto per il parco urbano di Parè, 750.000 euro

Il sindaco Donatella Crippa
Dopo l’avvio della sistemazione dell’area giochi per i bimbi nel “pratone” di Parè, che proseguirà nei prossimi mesi con l’installazione di nuovi scivoli e altalene, nei giorni scorsi il Comune di Valmadrera ha appaltato il terzo lotto del progetto di riqualificazione dell’area a lago della frazione, quello relativo alla progettazione del cosiddetto Parco Urbano, protagonista indiscusso dell’intero masterplan.
Ad aggiudicarsi la gara è stata l’Impresa Assolari Luigi & C. S.p.A., con sede in Valbrembo, in provincia di Bergamo, con un ribasso del 28,29% sull’importo a base d’asta. La ditta nei prossimi mesi dovrà occuparsi dell’ampliamento del prato, includendovi l’ex tratto della Strada Provinciale 583 in direzione Bellagio, sostituito dal nuovo percorso viabilistico inaugurato lo scorso giugno e della realizzazione di nuovi posti auto.
Il Parco Urbano – un’opera da ben 750.000 euro – sorgerà proprio dalla trasformazione in area verde dell’ex parcheggio, “isolato” dopo l’attuazione della nuova viabilità, oggetto del secondo lotto di lavori.
“Finalmente facciamo quest’ulteriore passo avanti nel progetto” ha commentato soddisfatto il Sindaco Donatella Crippa.
Il prossimo passaggio, invece, sarà quello relativo alle attività commerciali. Come spiegato dal primo cittadino, una volta partiti i lavori del parco urbano si procederà a completare il bando volto all’individuazione di un partner privato interessato ad investire nello sviluppo turistico di una parte dell’area del “pratone”: “Il privato che si aggiudicherà il bando dovrà realizzare, per conto dell’amministrazione pubblica, alcune opere già previste dal progetto preliminare approvato, garantendo inoltre la custodia e la manutenzione dell’area. In cambio potrà svolgere, per un periodo di tempo che verrà definito, alcune attività turistico ricreative”. Nelle indicazioni date dal Comune rientrano un bar, due piscine e un lido. “Naturalmente – ha sottolineato Crippa – una parte dei 60.000 metri quadrati di proprietà comunale del “pratone” resterà ad uso libero”.
Sembra, insomma, che la frazione di Parè, uno degli angoli più caratteristici della cittadina, sia pronto a mostrare presto il suo nuovo volto.
M.C.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco