Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 63.107.707
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 12 marzo 2019 alle 18:00

Casargo: da 16 Paesi al CFPA per la Gara gastronomica internazionale

Tutto pronto a CFPA per la sesta edizione della GARA GASTRONOMICA INTERNAZIONALE “WELLNESS & ZERO WASTE - F&B CONTEST CASARGO 2019” in programma dal 17 AL 22 MARZO. La sfida ha registrato quest’anno 30 iscrizioni da scuole di 16 Paesi provenienti da Italia (Campania, Lombardia e Sicilia), Europa (Bulgaria, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Francia, Ungheria, Lituania, Lettonia, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia e Ucraina) e Russia (da Mosca e San Pietroburgo).

Antonio Pasquini, Marco Galbiati, Marco Cimino e Luigi Gandola

“L’obiettivo del Contest è duplice: da un lato vogliamo promuovere il territorio lecchese e lombardo con i suoi prodotti tipici, dall’altro intendiamo migliorare le competenze professionali, personali e comunicativi di tutti gli studenti” dichiara Marco Galbiati, Presidente del CFPA Casargo. Gli alunni coinvolti avranno infatti l’opportunità di interfacciarsi con altre culture e tradizioni e arricchire le proprie competenze linguistiche interagendo in lingua inglese con gli studenti ospiti.
“La sana capacità di confronto tra Regioni e Paesi è un elemento indispensabile per una crescita professionale e personale consapevole ed equilibrata, aprendo la mente alle richieste di una clientela internazionale” dichiara Marco Cimino, Direttore del CFPA Casargo.
“La Provincia non può che essere favorevole a questo tipo di iniziative che vedono Casargo al centro dell’Europa: sarà una vetrina importante e fondamentale per il territorio. Penso che l’agroalimentare sia il nostro petrolio: non abbiamo risorse naturali ma abbiamo risorse agroalimentari, una tradizione, una cultura e la capacità di saper cucinare. Questi eventi permettono ai nostri ragazzi di realizzare degli scambi culturali, ricordando loro che ad oggi la professione richiede capacità linguistiche e conoscenze che vanno aldilà del proprio territorio” aggiunge Antonio Pasquini - Consigliere Provinciale con delega ai rapporti con APAF.
Luigi Gandola (Chef e Presidente di Giuria) chiosa: “La nostra giuria si occuperà da un lato di controllare il regolare svolgimento della gara in cucina, dall’altro avverrà anche il controllo in sala secondo le regole classiche della mise en place, ma saranno ben accette proposte innovative e creative, sempre all’insegna dello zero spreco. Ci saranno anche delle prove a sorpresa: metteremo un po’ in difficoltà i ragazzi con dei colpi di scena e degli ordini last minute per vedere se tutti sono in grado di affrontare una situazione che potenzialmente potrebbe verificarsi in un vero e proprio ristorante”.
La manifestazione prevede la partecipazione in team composti da 2 componenti di cucina/ pasticceria, 2 componenti di sala bar e 1 docente dell’istituto scolastico di provenienza. Il concorso si articola in una gara di cucina calda, che consiste nel realizzare un menù completo per 8 persone da 1800 kcal, la preparazione di un cocktail per 6 persone dal tema libero e il servizio al tavolo, valutato sulla base della corretta presentazione del menù, dalla padronanza della lingua inglese e dalla capacità relazionale.
La manifestazione inizierà domenica 17 marzo con l’accoglienza dei partecipanti alla quale seguirà la Cena di Benvenuto.
Da lunedì 18 a venerdì 22 marzo a pranzo e a cena saranno realizzare le prove di gara per cucina e sala bar.
Ogni giorno saranno impegnate nella gara tre/quattro squadre a pranzo e a cena, che prepareranno i menù e i cocktail e li serviranno alla giuria e agli opinion leader individuati a pranzo e a cena.
Venerdì invece sarà dedicato alla formazione, con laboratori e seminari aperti al pubblico che si terranno in Aula Magna: in particolare al mattino avrà luogo un laboratorio sul cioccolato con lo Chef Gennuso Marco e uno sulla cucina italiana con gli Chef Gandola Luigi, Prandi Claudio e Vitiello Ciro. Al pomeriggio è previsto un atelier che coinvolgerà gli studenti di sala bar e di cucina dal titolo: “Sempre sotto i riflettori”, condotto dalla formatrice teatrale Lessio Donatella. Alle 19.30 avrà luogo la Cena di Gala e la premiazione finale.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco