Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 63.032.787
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 15 marzo 2019 alle 18:40

Valmadrera: aggressione in treno, condannato un giovane magrebino

È stato condannato a 5 mesi e 10 giorni di carcere il giovane di origine marocchina accusato di lesioni aggravate ai danni di un diciottenne.
Questa la decisione del giudice Enrico Manzi in merito alla vicenda che ha avuto luogo a Valmadrera il 12 luglio del 2017: Mohammed Chachid (classe '99), insieme ad altri soggetti all'epoca dei fatti minorenni e per i quali si procede separatamente davanti al Tribunale dei Minori, avrebbe "preso di mira" un coetaneo che viaggiava con lui sul treno, per poi aggredirlo - stando al quadro accusatorio - con calci e pugni.
La vittima del "branco" avrebbe così riportato contusioni al volto e sul collo, guaribili in cinque giorni.
Nel corso dell'odierna requisitoria mentre l'avvocato Ester Invernizzi ha chiesto l'assoluzione per il proprio assistito, ritenendo che non fosse stata raggiunta la prova che fosse stato proprio Chachid a provocare le lesioni al malcapitato, il giudice del Tribunale di Lecco (concessa la sospensione condizionale della pena) ha comminato all'imputato una pena superiore a quella richiesta dal pubblico ministero, pari a 4 mesi.
F.F.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco