Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 64.534.495
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 19 marzo 2019 alle 07:36

Valgreghentino: i 10 anni di solidarietà e di impegno della Protezione Civile, festa il 30

Non una semplice festa, ma un’intera giornata per toccare con mano un mondo fatto di impegno, sacrificio e passione, che poggia le sue basi sui valori di solidarietà, presenza, vicinanza agli altri e amore per il territorio. La Protezione Civile di Valgreghentino compie dieci anni: è un traguardo significativo quello raggiunto dal gruppo guidato da Michele Motta e attualmente composto da 32 volontari, che sarà celebrato sabato 30 marzo con una giornata ricca di appuntamenti. Dalle 14.30 alle 17.30, la sede nell’area ex Granimarmi, in via Fratelli Kennedy, sarà aperta al pubblico per uno speciale open-day alla presenza dei Vigili del Fuoco del Comando di Lecco, delle Unità Cinofile di Lomagna e delle Giubbe verdi della Lombardia (Protezione Civile “a cavallo”), nonché dei Volontari del Soccorso di Calolzio, di un elicottero e degli operatori dell’Antincendio Boschivo della Comunità Montana, per una vera e propria “full immersion” nel mondo dell’emergenza.

Il coordinatore Michele Motta e l’assessore, nonché volontario, Matteo Colombo

Per tutto il pomeriggio la Biblioteca di Valgreghentino proporrà inoltre una serie di letture a tema per grandi e piccini, in attesa dell’inaugurazione con l’alzabandiera del nuovo pennone, in una breve cerimonia che vedrà come protagonisti anche gli agenti della Polizia Locale, preziosi collaboratori della Protezione Civile. Gran finale in serata, a partire dalle ore 21.00: il Teatro Jolly di Olginate ospiterà infatti un originale spettacolo dal titolo “Patatrak. Una calamità naturale è sempre dietro l’angolo” a cura di Barabao Teatro, che porterà sul palco quattro personaggi che – allenati come artisti del circo, destinati ad essere angeli custodi senza ali, ma con caschi gialli e tute blu, per camminare sul filo teso del pericolo – trasporteranno grandi e piccini nel mondo della Protezione Civile.

Alcuni volontari alla Fiera di San Giuseppe della scorsa domenica

Tra il pubblico sarà presente anche il sindaco di Caldarola (MC), Luca Giuseppetti. “Abbiamo voluto celebrare questo nostro primo compleanno “a cifra tonda” a modo nostro, nello spirito di azione e pragmatismo che caratterizza da sempre la nostra attività” ha spiegato il coordinatore Michele Motta, sottolineando come in realtà i festeggiamenti siano già iniziati proprio “sul campo” lo scorso 23 febbraio, con la giornata di pulizia del torrente Greghentino nell’ambito dell’iniziativa provinciale di prevenzione “Fiumi sicuri”.

“Da ormai dieci anni il nostro gruppo è un punto di riferimento non solo per il nostro territorio ma – e lo dico con grande orgoglio – anche per il resto d’Italia: nel luglio 2009, solo pochi mesi dopo la fondazione, abbiamo preso parte con 18 volontari – alcuni dei quali appena maggiorenni – a ben 5 missioni all’Aquila, per la gestione di un campo allestito per far fronte ai danni del terremoto, per poi prestare soccorso alle popolazioni della Liguria duramente colpite dall’alluvione e a quelle del centro Italia ulteriormente flagellate dalla neve dopo essere state messe in ginocchio dal sisma dell’agosto 2016”. La giornata del prossimo 30 marzo, quindi, è stata pensata dalla Protezione Civile anche e soprattutto per trasmettere alla popolazione il proprio messaggio di solidarietà e attenzione agli alti, oltre che per far conoscere meglio la propria attività e provare a reclutare qualche nuova “leva”, anche in vista dell’imminente avvio di un nuovo corso base per aspiranti volontari.
“Una volta portate a termine le nostre missioni, siamo sempre tornati a casa – oltre che con la convinzione di aver fatto qualcosa di utile e di aver aiutato chi aveva bisogno di noi – con l’intenzione di avviare progetti, concreti e mirati, per continuare a sostenere le popolazioni in difficoltà” ha proseguito Michele Motta. “Per i liguri di Borghetto di Vara, ad esempio, abbiamo raccolto fondi per un nuovo impianto di riscaldamento per l’oratorio distrutto dal maltempo, mentre con “Una mano per Caldarola” – progetto ulteriormente rafforzato dalla collaborazione con altre associazioni locali – abbiamo concretamente supportato la ricostruzione del paesino in provincia di Macerata gravemente danneggiato dal sisma del 2016.

Alcuni volontari impegnati lo scorso 23 febbraio nell’attività di pulizia del torrente Greghentino con i “colleghi” dei paesi vicini

Il sindaco Luca Giuseppetti ne darà una testimonianza nel corso della serata al Teatro Jolly, aggiornando tutti noi su quanto è stato fatto nella sua terra negli ultimi tempi, anche grazie al nostro contributo. In tutti questi casi i nostri concittadini, ma anche gli abitanti dei paesi limitrofi, si sono dimostrati estremamente sensibili e generosi, dando prova di una grande fiducia nella nostra attività, che ora avranno la possibilità di conoscere più da vicino”. Non mancherà certamente ai festeggiamenti della Protezione Civile l’assessore Matteo Colombo, fra i primissimi volontari e tuttora componente attivo della sezione. “La nostra Amministrazione Comunale ha sempre sostenuto con convinzione l’operato di questo gruppo, “grande” nei numeri – 32 soci non sono per nulla scontati in un paese piccolo come il nostro – ma soprattutto nello “spirito” e nella presenza sul territorio, per cui la Protezione Civile svolge un ruolo fondamentale sia in termini di prevenzione che di pronto intervento in caso di emergenza” ha commentato. “Negli anni la sezione è cresciuta sempre di più, fornendo ai volontari gli strumenti per acquisire tutte le competenze necessarie per prendere parte a “missioni” anche extra territoriali, e potenziando allo stesso tempo la propria attività riuscendo persino ad aggiudicarsi due bandi, uno dei quali le ha consentito di entrare in possesso della torre-faro, fondamentale per interventi in notturna. Nella triplice veste di assessore, volontario e valgreghentinese credo profondamente nella nostra Protezione Civile, che ha sempre dato prova di impegno, generosità e passione per il nostro territorio, con i componenti del gruppo che hanno spesso sacrificato tempo ed energie che altrimenti avrebbero potuto dedicare ai loro cari o ad altro”. Le celebrazioni per il decennale si concluderanno domenica 31 marzo con la Santa Messa delle ore 10.00 in Chiesa Parrocchiale, un breve corteo fino al Municipio e un momento “istituzionale” con discorsi e ringraziamenti; seguiranno un rinfresco in compagnia e un pranzo riservato ai volontari con le loro famiglie.
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco