Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 67.759.429
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Venerdì 22 marzo 2019 alle 23:30

C'è uno spiraglio di luce nel bilancio della Provincia di Lecco. Investimenti da 16.000€ per il Giumello a 3.3mil. per le strade

Giuseppe Scaccabarozzi,
consigliere delegato al Bilancio
Partiamo dalle conclusioni. "Con l'approvazione del Bilancio - il prossimo 29 marzo - termina il mandato di questo consiglio. Considerando anche il precedente, ci sono state molte più ombre che luci riguardo alla situazione finanziaria delle Province con grosse difficoltà che hanno messo a dura prova l'equilibrio di bilancio del nostro Ente. Quest'anno qualche luce in più si è finalmente accesa e riusciamo a presentare un documento contabile dignitoso, con importi soddisfacenti per la parte corrente e soprattutto per gli investimenti, anche grazie allo sblocco degli avanzi vincolati e senza la necessità di ricorrere alle temute alienazioni degli immobili, in primis Villa Locatelli, come era stato ipotizzato. E' chiaro però che restano ancora criticità da affrontare e problematiche da risolvere": questa la chiosa del vicepresidente Giuseppe Scaccabarozzi dopo aver illustrato lo schema di bilancio adottato all'unanimità dall'assise provinciale riunita nel pomeriggio di venerdì 22 marzo in vista dell'assemblea dei sindaci prevista per la prossima settimana e al ritorno dunque in Aula, nell'ultimo consiglio della legislatura prima delle elezioni, per l'approvazione definitiva del documento che per il solo 2019 prevede 1.560.000 euro di investimenti sugli edifici scolastici e 3.324.000 euro per le opere pubbliche e altri interventi su strade provinciali, i due principali settori di competenza dell'Ente. Previste altresì spese ben inferiori come i 16.000 euro destinati a saldo di un contributo in conto capitale (programmato dal 2009) al Comune di Casargo per gli investimenti sugli impianti dell'Alpe Giumello: una cifra piccola, come osservato dal delegato alle finanze, ma che va a chiudere una questione aperta da un decennio, come rimarcato invece dal collega Antonio Pasquini che, prendendo la parola a commento di DUP e triennale, tra le altre cose, ha rimarcato il venir meno della necessità di privarsi di Villa Locatelli per far quadrare i conti, elevando la storica dimora sede degli uffici di rappresentanza a simbolo della Provincia nata dal distacco da Como. "Venderla avrebbe dato il colpo di grazia alla credibilità dell'Ente" ha asserito.
Qualcosa sarà comunque messo sul mercato: nel 2019 prevista alienazione di un terreno a Castello Brianza per 320.000 euro; nel 2020 di un appartamento in Corso Matteotti per 380.000 euro e della palazzina di via Marco d'Oggiono per 1.500.000 euro; nel 2021 della Caserma dei vigili del fuoco per 1.800.000 euro.
"Oggi stiamo consegnando ai prossimi amministratori un bilancio di speranza" ha detto il capogruppo di Libertà e Autonomia Mattia Micheli, parlando altresì di "un nuovo slancio" affinché la Provincia "possa risolvere qualche problema in più a qualche Comune".
Pur complimentandosi con Scaccabarozzi e con gli Uffici - a partire dal ragionier Corrado Conti - per il lavoro certosino fatto per arrivare a confezionare il bilancio in entro la scadenza del 31 marzo, il leghista Stefano Simonetti, più terra a terra, si è soffermato su ciò che nelle tabelle manca. "Non ci sono interventi sul ponte di Brivio" ha sottolineato, elevando la secolare infrastruttura a tre arcate a scavalco sull'Adda, ad esempio. "Qualche luce si vede ma dobbiamo continuare su questa strada" ha altresì aggiunto, riprendendo la metafora usata dal vicepresidente.

Vediamo dunque le principali voci del piano investimenti:
- 60.000 euro annui per il triennio per le NUOVE AUTOVETTURE PER IL CORPO DI POLIZIA PROVINCIALE, in sostituzione di quelle vecchissime attualmente in dotazione;
- 1.566.774 euro nel 2019 per opere e investimenti sugli EDIFICI SCOLASTICI. Di tale somma 1.086.000 euro arriveranno dal MIUR. 4 gli interventi di manutenzione straordinaria e messi in sicurezza proposti:
-- 165.000 euro per il Liceo Agnesi di Merate
-- 380.000 euro per il Parini di Lecco
-- 125.000 euro per il Fiocchi di Lecco
-- 416.000 euro per il Bachelet di Oggiono
Con introiti derivanti dalle alienazioni, poi, sono previsti 350.000 euro per urgenze, tra interventi straordinari sugli impianti di riscaldamento e altre manutenzioni non ordinarie.
Alle scuole andranno infine 100.000 euro finanziati con contributi regionali sui frontalieri.
- 801.991 euro solo nel 2019 per contributi a Comuni della Comunità Montana della Valsassina per finanziare PROGETTI DI RECUPERO DEI BACINI IDROGRAFICI. La spesa è finanziata con l'avanzo vincolato derivante dai proventi dei canoni idrominerali incassati negli anni scorsi.
- 509.794 euro nel 2019 finanziati per 229.794 con contributo della fondazione Cariplo e per 280.000 euro con contributo regionale per interventi nell'ambito del PROGETTO DELLE CICLOPEDONALI PER GLI ITINERARI TURISTICI LUNGO L'ADDA
-
3.324.437 euro nel 2019 per opere pubbliche e altri interventi su STRADE PROVINCIALI (1.078.500 euro per 3 progetti di intervento di rinforzo strutturale per la manutenzione straordinaria delle strade finanziati da contributi regionali, 1.892,142 euro finanziati con contributi statali, per cinque progetti di manutenzione e monitoraggio di arterie e ponti, 153.794 euro per il consolidamento di un muro di sostegno lungo la Bellano-Taceno e 200.000 euro per interventi straordinari). Nel 2020 la somma diventerà di 3.170.642 euro mentre nel 2021 l'unico importo al momento prevedibile per le strade è 1.892.146 euro, garantito da contributi da Roma.
La possibilità di utilizzare l'avanzo vincolato derivante dai trasferimenti regionali per interventi sulla viabilità provinciale, grazie all'eliminazione del pareggio di bilancio, consente di immaginare alcuni lavori "congelati" per complessivi 1.287.383 euro. Si tratta di due opere attesa da tempo: l'adeguamento dell'incrocio tra la Como-Bergamo e la sp52 a La Valletta Brianza e la sistemazione degli impianti di illuminazione e ventilazione delle gallerie di Parè e Malgone a Valmadrera-Mandello. Per il 2020 e l'anno successivo sono previste risorse per l'allargamento del ponte di Bulciago sopra la linea ferroviaria per una spesa complessiva di 4.500.000 euro. Nel 2021 inserita inoltre anche - con contributi regionali - la messa in sicurezza della 583 a Oliveto Lario.
- Rimangono a in bilancio, in attesa delle decisioni sulla competenza per l'esecuzione dell'opera, gli stanziamenti per la variante alla ss639 LECCO-BERGAMO, collegati con il contributo regionale da 9.000 euro (nei tre anni). Sul 2021, inseriti, altresì, i 13.561.771 euro da stanziarsi - secondo i vecchi calcoli - per il completamento dell'opera, da reperire con un mutuo a carico della Provincia.
A.M.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco