Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 64.715.993
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 25 marzo 2019 alle 10:37

L'Oscar del clima attribuito su 10 indicatori dal Sole24Ore. 89° posto per Lecco su 107. 121 giorni di pioggia all'anno

Quale è la città italiana che gode del clima migliore?
Ce lo dice il Sole 24 ore con un nuovo indice che ha fotografato il benessere climatico delle 107 città capoluogo di provincia, analizzando 10 indicatori che rilevano le performance del meteo, nel decennio 2008/2018
In testa alla classifica assoluta troviamo Imperia, Catania e Pescara, tre città di mare.
In coda Pavia (ultima posizione), Vercelli e Novara. E sempre tra i fanalini le province della Lombardia o comunque del nord Italia in generale. Lecco si colloca all'89esimo posto.

10 gli indicatori (calcolati utilizzando il valore medio giornaliero o annuale registratoìi) presi in considerazione: le ore di sole, l'indice di calore, le ondate di calore, gli eventi estremi, la brezza estiva, l'umidità relativa, le raffiche di vento, le piogge, la nebbia e i giorni freddi.

Ma vediamo, dato per dato, la situazione della nostra provincia e per quali ragioni è posizionata in coda alla classifica assoluta.
Con una media nel decennio considerato di 6.5 ore al giorno di sole, Lecco è al 105 posto, prima solo di Como e Belluno. In testa troviamo tre città della Sicilia: Siracusa, Agrigento, Catania.
Per quanto riguarda l'indice di calore, inteso come il numero di giorni annui dove la temperatura percepita è superiore ai 30°, la "nostra" posizione è decisamente migliore e si ferma al 23 gradino grazie ai 40 giorni rilevati.

Gli sforamenti per tre giorni consecutivi oltre i 30 gradi portano Lecco a sfiorare la top ten per le ondate di calore, guadagnando un undicesimo posto.
Rari gli eventi estremi intesi come giorni annui con un accumulo di pioggia superiore ai 40mm tanto che il capoluogo lariano è al 106 posto, all'estremo rispetto a L'Aquila e Aosta.
Decisamente negativo il dato rispetto alla brezza estiva. Qui la "cappa" non dà tregua e i nodi medi giornalieri di vento nella stagione sono 3, nulla a che vedere con Perugia (9,89).

Sono ben 208 i giorni annui fuori dal comfort cliamatico che collocano Lecco in 87esuima posizione per umidità relativa mentre per le raffiche di vento si assiste a una risalita della classifica con un 36esimo posto e 8,5 giorni con raffiche oltre i 25 nodi.

Con 121 giorni di pioggia annui Lecco è in coda alla classifica (106°) mentre Siracusa con 63 e Imperia con 64 svettano.
31esimo gradino invece per la presenza di nebbia e 1,4 giorni annui con foschia in almeno una fascia esaoraria.

Poco più di metà classifica infine la posizione (64) per i giorni freddi. A Lecco per 18,6 giorni si è percepita una temperatura massima inferiore ai 3°. Al lato opposto ci sono Catania, Siracusa, Cagliari, Trapani.

In dieci anni, infine, la temperatura è aumentata di 0,27 gradi centigradi.

 

S.V.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco