Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 66.240.919
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Mercoledì 15 maggio 2019 alle 12:00

Lecco: il mondo della scuola piange Bianca Brambilla Sala, fondatrice e preside della ''Kolbe''

E' scomparsa nella serata di ieri Bianca Brambilla Sala, fondatrice e preside per più di trent'anni della scuola paritaria lecchese di ispirazione cattolica "Massimiliano Kolbe" e responsabile di "Compiti Point". Una vita, la sua, sempre caratterizzata da un intelligente e appassionato impegno nel mondo dell’educazione.


Bianca Brambilla Sala

"Attraverso la sua opera ha manifestato la presenza di Gesù Cristo qui ed ora, origine del suo sguardo attento a svelare "il diamante nascosto in ciascun ragazzo e a dargli modo di brillare", come amava spesso ripetere" ricordano i componenti del Cda della Cooperativa Sociale Nuova Scuola e i presidi degli istituti lecchesi Pietro Scola, Kolbe e Liceo Leopardi. "Siamo grati a Bianca per aver testimoniato a noi e alla città intera la bellezza dello spendersi per il bene comune. Invitiamo tutti a pregare affinché l’abbraccio misericordioso del Padre la accolga in Paradiso, da dove siamo certi che continuerà a sostenere con materno affetto il cammino dei nostri ragazzi e di tutti noi".



Nel 2016 Bianca Brambilla Sala aveva ricevuto la civica benemerenza del Comune di Lecco, con cui la città aveva voluto ringraziarla pubblicamente "per aver dedicato tutta la sua vita alla cura e all'organizzazione dell'educazione dei giovani con entusiasmo e capacità di innovazione".


La consegna della civica benemerenza da parte del sindaco di Lecco Virginio Brivio, nel 2016

"Il desiderio che mi ha spinto a dare vita alla scuola era quello di creare un luogo dove i ragazzi potessero sentirsi a casa, in grado di instaurare un dialogo con tutti e apprezzare il gusto della conoscenza": queste le parole con le quali l'insegnante di Lettere aveva accettato il riconoscimento, aggiungendo che "una scuola non ha muri, è in grado di far sentire i ragazzi vicini alla città ma anche di lanciarli lontano e renderli protagonisti del loro futuro per le vie del mondo; questo spunto educativo ha bisogno di essere sostenuto da un "villaggio" e io sono sempre stata supportata dalla mia famiglia, dai docenti e dalla città".
I funerali di Bianca Brambilla Sala saranno celebrati nella Basilica di San Nicolò giovedì 16 maggio alle ore 15.30.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco