Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 68.258.534
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 10 giugno 2019 alle 20:11

Lecco: è mancato l'arch.Giancarlo Spada, progettista del monumento ai marinai sul lungolago

Giancarlo Spada
Si celebra martedì 11 giugno, alle 14.30, nella chiesa parrocchiale di San Francesco, dei Cappuccini, in viale Turati, il funerale dell’architetto Giancarlo Spada, 91 anni, per tanti anni funzionario del settore Lavori Pubblici del Comune di Lecco, presso il palazzo civico di piazza Diaz. Giancarlo Spada aveva a lungo collaborato con l’ingegnere capo Mario Magnani e poi con l’ing. Giuseppe Rota che, nei primi anni al Comune di Lecco, dal 1971 al 1975, era stato con Spada all’Ufficio Manutenzione Fabbricati.
    Giancarlo Spada era socio benemerito della sezione UNUCI, Ufficiali in Congedo, presieduta dal cav. Giovanni Bartolozzi. Poteva vantare oltre 65 anni di iscrizione, dopo aver svolto il servizio militare come ufficiale del Genio Pionieri, nel 1950. Era nell’elenco dei soci benemeriti della sezione UNUCI di Lecco, il “Club del Millennio”.
    All’arch. Giancarlo Spada si deve il progetto del monumento ai Fratelli Caduti del mare, inaugurato con solenne cerimonia nella primavera 1986 sul piazzale Antonio Stoppani presso la “punta” con la statua a lago di San Nicolò. Spada realizzò un progetto dove una candida sagoma di marmo si allunga sul piazzale che guarda alle acque del tratto più meridionale del ramo lecchese del Lario. Era allora presidente dei Marinai in congedo di Lecco il compianto Paolo Tarfani, che era subentrato allo storico fondatore Carlo Bregaglio.
L’arch. Spada poteva anche annoverare un’intensa attività calcistica giovanile nel ruolo di estremo difensore, tanto è vero che quarantenne, nel campionato interno del Comune di Lecco, fra formazioni delle varie ripartizioni e settori giocò in porta nella squadra Ufficio Tecnico-Lavori Pubblici, con la fascia di capitano.
    Giancarlo Spada verrà sepolto presso il Monumentale di via Parini.
A.B.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco