Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 59.344.195
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Gruppo Missionario Caritas
  • indirizzo: Via V.Emanuele 3
  • paese: Cassago Brianza
  • telefono: 039.921.09.46
  • fax: 039.954.02.03
  • e-mail: mailto: gmcc@brianzaest.it
  • sito web: http://www.gmcc.brianzaest.it

Il Gruppo Missionario Caritas Cassago (G.M.C.C.) è una libera associazione di persone accomunate da una visione della vita che mette al primo posto i valori della fraternità, della solidarietà e dell’amore.
E’ un “GRUPPO”: le persone che ne fanno parte ritengono che gli ideali in cui credono possano essere perseguiti solo operando in spirito di unità, vincendo i personalismi e mettendo gli interessi della comunità al primo posto.
E’ “MISSIONARIO”: opera rispondendo ad una “chiamata” che Gesù fa a ciascuna persona, perché si viva la fede in una visione totale, aperta a tutti gli uomini in quanto nostri fratelli, perché figli dello stesso Dio.
E’ “CARITAS”: perché nella misura in cui l’uomo accoglie, comprende, manifesta e annuncia il Vangelo, vive la Carità.

 

 


Il G.M.C.C. ha lo scopo di contribuire alla diffusione ad all’attuazione dei principi di solidarietà umana e testimonianza cristiana.
In particolare il Gruppo intende:
- Promuovere una adeguata preparazione culturale ed organizzativa degli associati per una educazione su specifici aspetti della solidarietà, dal volontariato alla cooperazione missionaria.
- Organizzare campi di lavoro nel Terzo Mondo, in particolare in Africa, per un’attività di servizio, condivisione e di ascolto, impegnando i partecipanti nell’attuazione di microprogetti anche attraverso aiuti e contributi finanziari.
- Stimolare i giovani a partecipare ad una esperienza di solidarietà attiva, a contatto diretto con i missionari e le popolazioni locali, per scoprire, vivere, e maturare la propria vocazione.
- Promuovere iniziative di supporto morale e materiale alle persone bisognose di aiuto, quali anziani, poveri e ammalati.

 

 

 

La storia del gruppo


Nel lontano 1986, alcuni amici decidono di partecipare alla raccolta di indumenti e di viveri per la spedizioni della “Nave della Solidarietà” che deve salpare da Livorno per il Mozambico. Si è un po’ titubanti, saranno sensibili le persone a questa iniziativa? Si parte un po’ in sordina, ma dopo poco tempo ecco che la gente risponde con grande generosità a questo progetto. Ecco l’inizio del Gruppo Missionario Caritas Cassago. Dopo questa campagna, caricati da tanta voglia di fare, si costituisce il gruppo e si inizia il cammino. La cerchia di amici, sensibile al problema missionario, si allarga, c’è una fiorente risposta da parte di molte e molte persone che ci spronano a continuare. Si cominciano i primi campi di lavoro, le così dette “vacanze alternative” a supporto dei missionari. Si individuano insieme i progetti, si studiano le strategie per raccogliere fondi e materiali da inviare alle missioni.

 

 

Si studia il modo di far partire le sponsorizzazioni “adozioni” a distanza, che permetteranno a molti bambini di poter studiare. Si iniziano le varie mostre di fiori, di oggetti afro-asiatici, la vendita delle mele. Ci si reca nelle parrocchie, nei paesi per sensibilizzare la gente sul tema missionario, si porta la nostra esperienza fatta in terra di missione. Si individuano canali di informazione, come giornali, TV locali, TV nazionali, il grande meccanismo del Gruppo continua la sue funzioni. Il merito? E’ di tutti quelli che credono nel Gruppo e nelle tematiche missionarie, è di quelle persone che donano ore del loro tempo libero per dedicarlo a chi è meno fortunato, ma soprattutto è merito di tutti coloro che sostengono il gruppo. In questo giornalino “speciale”, troverete all’interno tutte le notizie del lavoro di tanti anni del Gruppo. Oggi le notizie del mondo arrivano (quando arrivano) attraverso giornali, radio, TV, internet, per cui l’affamato, il povero, lo possiamo e dobbiamo sempre sentire al nostro fianco. Noi del Gruppo abbiamo cercato di lenire un po’ di queste piaghe del mondo moderno. Vorremmo poter dare a tutti i popoli le stesse opportunità che noi abbiamo, ognuno deve sentirsi stimolato alla giustizia ed alla solidarietà. A tutto coloro che hanno partecipato in qualche modo all’attività del Gruppo, i nostri più sentiti ringraziamenti, abbiamo potuto rispondere almeno in parte alle grandi richieste che sempre arrivano a noi.

 

Progetto Sponsorizzazioni a distanza

 

 


I missionari seguono i problemi delle popolazioni africane combattendo giorno dopo giorno contro mille difficoltà e problemi che si incontrano come la fame, la sete, la carenza di medicinali ed ospedali, le scuole e le strutture sociali. La sponsorizzazione è una validissima forza di collaborazione alla grande opera di evangelizzazione e promozione umana svolta da Missionari e Suore. La sponsorizzazione consiste nell’adottare economicamente un bambino, per la durata di un anno o più, con un contributo annuo minimo di Euro 235. Questa somma serve a coprire parte delle spese sanitarie, della tassa scolastica, della divisa, dei libri di testo e di materiale didattico, vitto e alloggio. Solo una parte marginale del “costo” del bambino viene sostenuto dai genitori, i quali spesso pagano con capre o altro, al fine educativo di abituare la famiglia a non ricevere tutto gratuitamente.

 

La sponsorizzazione (o adozione a distanza) è una forma di aiuto personalizzata, che non comporta alcun vincolo giuridico o morale, ma un rapporto di amicizia tra lo sponsor e il bambino adottato, al fine di contribuire alla sua istruzione scolastica, formazione professionale e al suo mantenimento. Allo sponsor viene rilasciata una scheda anagrafica con la fotografia del bambino/a e durante l’anno il Gruppo cerca di comunicare notizie sulla vita scolastica e generale del bambino, soprattutto di ritorno dai campi di lavoro estivo ed invernale. Gli alunni sponsorizzati potranno frequentare le scuole materne, primarie e le scuole secondarie ad indirizzo professionale.

 

 


Come aderire ?
A questa iniziativa si aderisce compilando il modulo messo a disposizione del G.M.C.C che richiede i dati personali dello sponsor.
Il versamento della quota o qualsiasi altra offerta o donazione può avvenire:
- Rivolgendosi direttamente alla Sede del Gruppo.
- Mediante versamento sul c/c postale n. 15124225.
- Mediante bonifico sul c/c n.27035/0 Banca Popolare di lecco Filiale di Cassago Brianza (Cod. ABI 3104-7 CAB 51130-3)
Intestato a:
GRUPPO MISSIONARIO CARITAS CASSAGO O.N.L.U.S.
Via V.Emanuele 3, 23893 Cassago Brianza (Lecco)
Per qualsiasi informazione rivolgersi alla sede del gruppo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 18.00 (Tel. 039-9210946)

 

 

 

CAMPI DI LAVORO

 

• agosto 1988: NKUBU 13 volontari
Lavori: scuola materna
• agosto 1989: OLDONYIRO 7 volontari
Lavori: pozzo
• agosto 1990: OLDONYIRO 15 volontari
Lavori: rilievi topografici del fiume, esecuzione del serbatorio
• agosto 1991: OLDONYIRO 17 volontari
Lavori: impianti pompaggio e canalizzazione, inizio Domus Romana
• gennaio 1992: OLDONYIRO 10 volontari
Lavori: continuazione lavori Domus
• agosto 1992: OLDONYIRO 32 volontari
Lavori: posa in opera tubi di collegamento, costruzione del serbatoio di collina.
• agosto 1993: OLDONYIROKIPSING 60 volontari
Lavori: posa della condotta fino a Waso, serbatoio pensile e pozzi di drenaggio e decantazione (Kipsing)
• agosto 1993: RUMURUTI: Lavori: ampliamento chiesa
• novembre 1993 -FEBBRAIO 1994 OLDONYIROKIPSING 50 volontari
Lavori: politecnico, posa generatore, inizio GuestHouse (Oldonyiro), dispensario (Kipsing)
• agosto 1994: OLDONYIRO 52 volontari
Lavori: ultimazione Guest House, inizio scavo diga, politecnici, edificio generatore.
• gennaio 1995: Oldonyiro 12 volontari
Lavori: opere acquedotto e ultimazione padiglione politecnico
agosto 1995 OLDONYIRO 32 volontari
Lavori: diga, vasca carico e dissabbiatore, locale turbina, progetto sponsorizzazioni
• agosto 1995: KARUNGU 33 volontari
Lavori: inizio blocco cucina/lavanderia/servizi
• gennaio 1996 OLDONYIRO 6 volontari
Lavori: manutenzione impianti
• agosto 1996 OLDONYIRO 22 volontari
Lavori: ultimazione diga, paratie, terminato locale turbina
• gennaio 1997 OLDONYIRO 7 volontari
Lavori: manutenzione impianti
• agosto 1997 TABAKA 16 volontari
Lavori: fondazioni casa infermieri/medici
• gennaio 1998 OLDONYIRO 6 volontari
Lavori: verifica attività sponsorizzazioni
• gennaio 1999 OLDONYIRO 2 volontari
Lavori: verifica attività sponsorizzazioni
• agosto 1999 TIGANIA (in collaborazione con la fiera di Osnago) 21 volontari
Lavori: ristrutturazione padiglione ospedaliero
• agosto 2000 KIPSING 24 volontari
Lavori: realizzazione nuove aule, impianti sanitari dormitorio, impianti elettrici refettorio.
• agosto 2001 EWASO 20 volontari
• agosto 2002 ISIOLO 25 volontari
• agosto 2003 CAMEROUN 24 volontari

 

 

Aiuti, progetti e contributi nel terzo mondo
CIAD: Contributo per la missione di Goundi (1992)
COLOMBIA: Contributo per la missione di Padre Montin
BRASILE: Contributo alla costruzione di un Centro sociale a MAKAPA
SUDAN: Invio containers di merci, viveri e materiali a KARTOUM (1986)
MOZAMBICO: Invio containers di merci, viveri e materiali (1985)
MOZAMBICO: Contributi per la Diocesi di Inhambane (1987)
TANZANIA: Invio containers di merci, viveri e materiali (1990)
TANZANIA: Invio di una vettura fuoristrada
KENYA:
- Contributo per lo studentato dei Padri Passionisti
- Progettazione e realizzazione a Oldonyiro della Domus Romana, Dispensario, aule scolastiche, camere per gli insegnanti, Aule per scuole professionali, Acquedotto di EwasoNgiro (12 Km. di condotte, diga, serbatoi, impianti di sollevamento acqua), Installazione di un generatore di 25 KVA.
- Progettazione e realizzazione a Kipsing di un villaggio per 100 bambini (dormitori per ragazzi e ragazze, aule scolastiche, salone per riunione, dispensario, magazzino, acquedotto e serbatoio).
- Progettazione e realizzazione di una scuola materna a NKUBU.
- Invio contributi per acquisto vettura fuoristrada.
- Invio di una autoambulanza fuoristrada attrezzata per il presidio medico itinerante.
- Invio containers per la costruzione della scuola materna di ISIOLO.
- Invio container a EMBU per Suor Aldina per la gestione di un centro di accoglienza dei ragazzi di strada.
- Ristrutturazione padiglioni ospedalieri a Tigania

Articoli correlati

Per consultare gli articoli antecedenti a giugno 2010 vai alla ricerca in archivio.