Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 59.343.662
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Lavoro Over 40
  • indirizzo: Via S. Maria di Loreto 11
  • paese: Merate
  • telefono: 340-3793580(solo il pomeriggio giorni feriali)
  • fax:
  • e-mail: mailto: info@lavoro-over40.it
  • sito web: http://www.lavoro-over40.it
L’associazione per soddisfare per il problema dei lavoratori maturi espulsi dal mondo del lavoro e che trovano difficoltà al reinserimento, emerga nella sua forza ed intensità e non rimanga dimenticato. Nel tempo è emersa la necessità di sviluppare strumenti che consentissero il rientro nel mondo del lavoro. 2. Associazione LAVORO OVER 40 Professionalità per competere in un mondo che cambia a) Cosa è l’associazione L’associazione “LAVORO OVER40” nasce ad opera di un gruppo di persone che vivendo in prima persona l’esclusione dal mondo del lavoro in età matura, hanno verificato la grande difficoltà a reinserirsi. Da qui la volontà di unire gli sforzi per predisporre strumenti finalizzati alla ricerca delle soluzioni e supporto formativo e psicologico, che possano rendere più rapido ed efficace il reinserimento nel mondo del lavoro. b) Quali sono gli obiettivi L’associazione si propone di perseguire i seguenti obiettivi: 1. dare la più ampia visibilità alle professionalità ed alle esperienze dei lavoratori senza occupazione o con occupazione precaria con particolare riferimento a quelli in età superiore a 40 anni (lavoratori “maturi”); 2. favorire e facilitare con ogni mezzo possibile il rientro di questi lavoratori nel mondo del lavoro, facendo salva professionalità e livelli di responsabilità acquisiti; 3. promuovere relazioni tra Soci, atte a sostenere la costituzione di nuove realtà economiche (studi associati, cooperative, aziende, etc.) che possano 4. risolvere i problemi sociali ed economici e di occupazione dei Soci stessi. c) Quali strumenti intende utilizzare I mezzi per raggiungere gli obiettivi si possono identificare in: 1. collaborazione con tutte le Associazioni, Enti ed Organizzazioni che favoriscano il reinserimento dei “lavoratori maturi”; 2. promozione di relazioni e contatti diretti con le aziende, con il mondo associativo imprenditoriale, professionale, sindacale e sociale e più in generale con Enti ed Organizzazioni che realizzano l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, allo scopo di favorire la ricollocazione degli Associati nel mondo del lavoro; 3. partecipazione od organizzazione di convegni, incontri, giornate di studio e seminari inerenti alle proprie finalità; 4. organizzazione di corsi di formazione professionale o di riqualificazione con modalità autonome o in partecipazione con altri Enti specializzati; 5. proposizione e/o partecipazione a progetti finanziati e/o promossi da Organizzazioni ed Enti Pubblici o privati, finalizzati al reinserimento dei lavoratori “maturi”; 6. sviluppare ricerche ed analisi sulla evoluzione del mercato del lavoro allo scopo di individuare i settori di maggiore domanda di lavoro e quelli in cui c’è un esubero di lavoratori; 7. approntare servizi di sostegno e di recupero delle condizioni psicofisiche per gli Associati laddove si rilevi questa esigenza. d) La sua costituzione La costituzione dell’Associazione è avvenuta nel settembre 2003 grazie al contributo di 11 soci fondatori. La sua struttura dirigenziale è la seguente: Presidente Giuseppe Zaffarano Vice Presidente Stefano Bianchi Direttivo Giancarlo Tacchino, Silvia Rocchetta, Roberto Petrone, Alfredo Molgora La sede legale è in Merate, Via S. Maria di Loreto 11, mentre la sede di recapito postale è in Milano, Via Fortezza 21/G. e) L’attività svolta fino ad oggi. Finora sono stati presi contatti con Enti, Associazioni Datoriali, Istituzioni Agenzie per il lavoro etc, con l’obiettivo di sviluppare collaborazioni e canali preferenziali entro i quali si possono sviluppare opportunità di ricollocazione lavorativa. I contatti avuti sono i seguenti e per essi esiste una dettagliata documentazione disponibile: Associazioni Datoriali API MILANO APA Monza e Vera Brianza, Assolombarda, CNA Torino, Compagnia delle Opere Società di ricollocamento Fondazione Adecco, Milano Lavoro, Piazza lavoro, Over 45, Italia Lavoro, Umana, Articolo 1 Associazioni di categoria Manageritalia, UNSIC Enti Pubblici Province di Milano, Lecco, Bergamo, Varese e Torino, Regione Lombardia, Regione Lazio, Ministero del lavoro, Comune di Desio, Comune di Treviglio, Provincia di Macerata Organizzazioni di Formazione e consulenza AISL, Galdus, Orienta Over 40, Filo 40, Career Consulting, Spin-up, Altre organizzazioni ACLI, Centro Orientamento Comune di Milano, AISO, AIPO, SIS-Sistema Imprese Sociali, ALA Università SDA Bocconi., Università di Modena Progetti In tutte queste occasioni sono state formulate concrete opportunità di collaborazione e ricollocazione Di particolare interesse occorre segnalare il rapporto con la Regione Lombardia alla quale abbiamo presentato un progetto sperimentale che prevede la ricollocazione attraverso la autoimprenditoria oppure attraverso la riconversione professionale. Per tutto il 2004 è stata condotta la collaborazione con il Ministero del Lavoro e Unionquadri in relazione al progetto Quadri. Si è trattato di una sperimentazione che si proponeva di ricollocare 900 quadri in quattro regioni italiane (Lombardia, Lazio, Abruzzo, Sicilia) a cui si è aggiunto il Veneto). Alcuni soci e contatti dell’Associazione sono stati oggetto della sperimentazione con risultati che hanno dimostrato luci ed ombre. Laddove il progetto, grazie anche alla presenza di un nostro interlocutore come operatore, si è ispirato alle nostre indicazioni ha avuto i migliori risultati. Laddove questo non è accaduto i risultati sono stati inferiori. La sperimentazione è terminata il 31/12/2004 ed i risultati e metodologie rappresentano un prezioso bagaglio di esperienza per continuare il lavoro attraverso le Regioni e province. Abbiamo avviato iniziative di Partnership per i progetti di finanziamento europeo EQUAL, dedicati al sostegno dei lavoratori svantaggiati tra cui gli over 45. Uno di questi progetti è stato accettato (Skill Sinergy) ed è attualmente in fase di avanzata esecuzione nella Regione Lazio. Anche il progetto PRISMA, presentato lo nel 2004 alla fondazione Cariplo, non ha avuto esito positivo per motivazioni economiche e non per le finalità. Stiamo anche attivando una serie di progetti di autoimprenditoria sviluppata con la formula di cooperativa od altra forma (Cooperativa sociale, Capital venture o altro). Accanto a questi rapporti istituzionali sono state avviate anche concrete iniziative di offerta di lavoro ai soci. Infatti alcune aziende hanno richiesto il contatto con lavoratori over 40 per diverse professionalità. Le richieste continuano ad aumentare ed ora stiamo cercando di strutturare le ricerca con sistemi informatici che facilitino questo compito. Con Monster.it abbiamo sviluppato una colalborazioien che vede una rubrica gestita dalla nostra associazione e Monster che ci giorni e che noi giriamo ai nostri soci. Convegni Sul piano della partecipazione ad iniziative facciamo rilevare la partecipazione al convegno transnazionale di Trieste sul tema degli Over 45., Negli ultimi tre mesi del 2004 abbiamo partecipato a tre convegni specifici sugli Over 45 Il primo tenuto a Torino e organizzato dalla Fondazione Adecco. Il secondo Organizzato da ADAPT (Università di Modena), frequentato dal mondo Accademico europeo, ed il terzo organizzato da SDA Bocconi. In quest’ultimo è stata esposta una ricerca che ha confermato in modo inequivocabile le nostre sensazioni: esse quindi ora sono ufficialmente riconosciute anche dal mondo accademico. E non è poco. Abbiamo poi partecipato ad un convegno presso il Senato a gennaio 2005 alla presenza di molti senatori e con l’obiettivo di verificare lo stato di avanzamento della Indagine curata dalla Commissione Lavoro del Senato sulla condizione degli Over 40. Alla fine di maggio ed ottobre 2005 sono stati organizzati due convegni sul Mobbing (a Milano e Varese) dal titolo: “Lavoro: etica e diritti”, organizzato da ATDAL, LAVORO OVER 40 e da AMICO ONLUS, un’associazione che si occupa di sostegno alle vittime del mobbing. I convegni, sponsorizzati dalla Regione Lombardia hanno avuto una significativa presenza. Soprattutto hanno generato la volontà della Regione Lombardia di creare un Osservatorio Regionale sul tema della disoccupazione in età matura e del mobbing.. Di notevole rilievo è la partecipazione con una giornata di testimonianza/docenza tenuta all’università di Modena nel corso di un Master dedicato all’employability. che ci ha consentito di esporre la problematica ad un uditorio di giovani laureati, capaci di trasmettere un cambiamento culturale nelle realtà in cui si andranno ad inserire. Di rilievo ancora il convegno che abbiamo tenuto a settembre a Roma per presentare li libro “Quale futuro per gli over 45?” IL libro raccoglie i risultati del convegno del 25 gennaio (vedi sopra), e contiene la relazione finale della indagine fatta dalla Commissione Lavoro del Senato sul tema della condizione dei lavoratori maturi. La relazione rappresenta un punto di svolta nella problematica, in quanto riconosce la esistenza del problema in Italia, ma anche all’estero, la sua criticità e la necessità di trovare soluzioni. Da qui può partire l’iter per sviluppare interventi legislativi. Nel 2006 abbiamo partecipato al convegno “I migliori in Panchina” nell’ambito della manifestazione Expo Lavoro. E poi ancora al convegno ecclesiale di Rimini con tema “lavoro e Famiglia”. Infine stiamo partecipando ad altri convegni programmati in questo scorcio di 2006. Nel 2007 abbiamo partecipato a due convegni organizzati dalle diocesi di Milano e Roma sul tema del precariato e le conseguenze sulla famglia E poi ancora ad un convegno del Sole 24 ore sulla valorizzazione delle risorse. Collaborazioni con altri progetti o enti Con Talete, una società che si occupa dei disagi lavorativi, con sede a Ferarra ma che opera in diverse province italiane abbiamo sviluppato una ipotesi di collaborazione per l’immediato futuro. Collaborazione intensa anche con il Progetto EQUAL Investing in People che vede come capofila la Provincia di Macerata. Il progetto si propone di sviluppare una metodologia di certificazione delle competenze all’interno delle aziende. La collaborazione consiste nell’aiuto motivazionale alle persone che intendono sviluppare progetti di autoimprenditoria. Infine abbiamo aperto uno sportello a Milano presso la sede di per la accoglienza degli Over 40. Significativo anche il progetto di apertura di uno “Sportello Over 40” presso il XVII municipio di Roma. Questo si affianca agli sportelli che sono stati aperti a Roma presso il municipio XVII e in alcune parrocchie. Stiamo sviluppando analoghe iniziative in Piemonte. Struttura E’ stato attivato il sito internet nell’ottobre 2004 e fino ad oggi sono state registrate oltre 65.000 entrate. Anche il Data Base ormai è ben strutturato e capace di rispondere a molteplici esigenze. Sono stati attivati i coordinamenti regionali per il Lazio, nel Veneto, in Piemonte in Abruzzo ed in Campania dove valuteremo le iniziative da prendere in questa Regione, coem accordi con alcune organizzazioni locali e la possibilità di sviluppare un giornalino per la comunicazione con i soci. Un passo importante è quello di aver modificato lo statuto in modo da rendere possibile la iscrizione ai registri regionali nelle realtà incui siamo presenti. Questo ci consentirà di partecipare ai bandi di presentazione di progetti per i lavoratori Over 40. Di notevole importanza è l’essere entrati in una organizzazione europea che raggruppa associazione che hanno come tema lla lottra alla discriminazione. Tema sul quale in Italia stiamo fortemente combattendo per fare valere la legge 216/03. Comunicazione La nostra presenza continua ad essere richiesta da settimanali e quotidiani di tiratura nazionale. facendo conoscere sia la nostra esistenza di un problema sociale di notevole gravità e il nostro impegno. Frequenti sono i nostri interventi sulla stampa nazionale (Corriere Lavoro, sul Sole 24 ore, il Messaggero, Il Giornale, l’Avvenire, etc.) o sulla stampa locale, importante perché ci lascia spazio ed è sempre molto letta e su giornali specializzati. Non meno importante è la nostra sempre più frequente presenza su periodici di approfondimento di grande e media tiratura. (Espresso, Panorama, Gente Money, Donna Moderna, Magazine, Millionaire Economy di Panorama). Ma anche su giornali specializzati quali Lavoro e Carriere, Trova Lavoro, o su giornali locali quali Il Giornale di Merate, La provincia, Il Tempo, Gazzetta di Lecco, e tanti altri. Siamo anche presenti in televisioni e radio pubbliche private (Tam Tam Lavoro di Radiouno, Radiopopolare, Romauno TV, San Marino radio, Rai 1, Rai 3, Antenna 3, Canale Italia etc.). Sta avanzando anche la nostra presenza su siti internet, un’importante canale di comunicazione che ci consente di interessare altre persone. In particolare stiamo studiando la collaborazione con il sito Manager.it per aprire una rubrica fissa. Altrettanto significativa è la nostra presenza su Monster.it con cui collaboriamo alla gestione di una rubrica. Allargamento Infine è stato iniziato il rapporto con altre associazioni sul tema al fine di pervenire alla creazione di una Federazione. Sono stati perfezionati anche i rapporti di collaborazione con AMICO ONLUS, un’associazione che si occupa specificatamente di Mobbing. e) Gli sviluppi futuri Lavoro Over 40 intende focalizzare l’attenzione sulle seguenti direttrici operative: • Sviluppare attività di autosostegno ed automotivazione. • Grazie alla esperienza maturata attivare consulenze fornite dalla associazione verso altre entità (associazioni o istituzioni) in modo da individuare un canale di remunerazione che consenta di produrre il mantenimento delle altre attività interne della associazione. • Promuovere il rapporto di LO 40 con la rete internazionale di altre associazioni/enti/organismi che operano all’estero affrontando il medesimo tema. • Studiare ed attivare un percorso che porti alla certificazione delle professionalità come premessa per facilitare il ricollocamento. • Promuovere un’immagine dei lavoratori positiva e costruttiva, che valorizzi i punti di forza propri di questa tipologia di persone – esperienza, competenze, orientamento all’etica nella gestione della vita lavorativa. • Continuare l’attività di sportello diffondendolo nel mondo ecclesiastico ma anche nel mondo civile • Aprire sportelli di aiuto all’interno della associazione e rivolto ai soci per supporto legale, fiscale previdenziale contrattualistica ed altre materie che di volta in volta diventeranno necessarie. • Sviluppare il Laboratorio di Autoimprenditoria facendolo diventare permanente. • Sviluppare la rete di rilevazione dei progetti finanziati nelle regioni province, nazione, europa.. • Implementare il network tra i soci al fine di render più facile la comunicazione delle informazioni utili all’incontro delle professionalità o allo scambio delle esperienze lavorative. • Attivare le opportunità di ricollocazione sui mercati esteri e nelle organizzazioni di cooperazione internazionale collaborazione di organismi internazionali o con i ministeri G. Zaffarano Presidente Associazione Lavoro Over 40
Articoli correlati

Per consultare gli articoli antecedenti a giugno 2010 vai alla ricerca in archivio.