Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 63.283.410
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Rotellistica Roseda
C'era una volta una cittadina felice con un unico neo, non disponeva di una pista di pattinaggio a rotelle e i ragazzi che praticavano quello sport ne erano molto dispiaciuti. Ma ecco arrivare cinque incoscenti dotati solo di una grande volontà che decidono di fondare una nuova società e dopo aver vagato a lungo nella nebbia ottobrina alla ricerca di un nome e di una sede, approdano al Centro Tennis Roseda dove, impietositi dall'aspetto esausto dei pellegrini, offrono loro ospitalità. Dopo essersi rianimati, i cinque, attorno ad un tavolo, mettono mano ai rispettivi portafogli e creano una cassa per costituire una società di pattinaggio che viene chiamata: ROTELLISTICA ROSEDA MERATE Era l'11 ottobre 1983 e le cariche della nuova società furono cosi distribuite fra i Cinque temerari: - Presidente Daniela Ravasi - Vice-presidente Tiziano Riva - Segretario Alberto Colombo - Tesoriere Elio Villa - Consigliere Vittorio Mauri (perso troppo presto per strada). Il problema primario era di trovare l'allenatore e, dopo qualche tentativo andato a vuoto, Ester Comi, valentissima ex-pattinatrice accettò l'incarico. Superato il primo scoglio, due settimane dopo la Rotellistica Roseda organizza un corso di avviamento al pattinaggio che supera ogni previsione di i scrizioni, tanto che il giornale locale pubblicò una fotografia dei 130 ragazzi che frequentavano il corso con un titolo a caratteri cubitali:
Articoli correlati

Per consultare gli articoli antecedenti a giugno 2010 vai alla ricerca in archivio.