Scritto Mercoledý 09 luglio 2014 alle 18:29

Valmadrera:la minoranza critica la scelta di scambiare un'area di Parè con un piazzale

L'area di Parè continua a far parlare di sé. Questa volta, al centro dello scontro tra maggioranza e opposizione, vi è però la volontà da parte dell'amministrazione di "barattare" una porzione di terreno - verde e non edificabile - sito appunto nell'area a lago con un parcheggio nei pressi del centro culturale Fatebenefratelli, una proposta che sarà discussa nel prossimo consiglio comunale ma che ha già scaldato gli animi.

Il Pratone in una foto scattata oggi

"Nel concreto, l'acquisizione dell'area avverrebbe a fronte di uno "scambio" di proprietà immobiliari tra tre soggetti: il Comune di Valmadrera, la società che costruirà gli immobili a Parè e il privato che attualmente è proprietario dell'area a parcheggi in via Fatebenefratelli. L'operazione è abbastanza complessa e a nostro avviso presenta alcuni aspetti da approfondire; in particolare" spiega infatti Andrea Rondinelli, capogruppo di "Valmadrera Futura". "L'Amministrazione non sa ancora come gestire il parcheggio che intende acquisire:  il primo rischio è che i privati residenti in zona lo utilizzino in maniera esclusiva, rendendo quindi vana l'acquisizione da parte del comune;  inoltre, si sottolinea che quest'area si trova in una zona abbastanza appartata, il che necessita di un controllo rigoroso degli accessi, soprattutto nelle ore serali e notturne. Riguardo l'area verde, attualmente pubblica, che si intende cedere per realizzare lo scambio si evidenziano due criticità" prosegue il rappresentante della minoranza.

"Al momento l'area è classificata come "non edificabile". A fronte di un eventuale futuro cambio di destinazione, non essendo più di proprietà pubblica, il Comune dovrà comunque garantire che su quell'area non sia consentita la realizzazione di strutture o edifici che danneggino i residenti del nuovo complesso residenziale attualmente in progetto. Secondo punto, e più grave, è che il progetto attuale di riqualificazione dell'area di Parè scarseggia di parcheggi in proporzione al numero di abitazione che saranno costruite. Se il comune cede ai privati un'area verde di oltre 2000 metri quadri perde la possibilità di ovviare a questo problema, che sicuramente si presenterà. Per concludere - chiosa Rondinelli - è sicuramente vero che in centro città è necessario risolvere il problema dei parcheggi ed il nostro gruppo è intenzionato a cercare soluzioni vere ed efficaci; la proposta dell'amministrazione ci sembra al momento lacunosa. Capiamo che l'amministrazione debba "mettere una pezza" al problema che ha creato quando ha "riqualificato" la piazza, ma il tutto va studiato in una maniera più organica".

Il parcheggio al servizio dell'area lago di Parè

"Si tratta di dare attuazione alla deliberazione di Giunta Comunale n. 30 del 27/03/2014 presentata dall'Assessore Comi, mio predecessore, e alla successiva del Consiglio Comunale del 23/04/2014 che approvava come parte integrante del bilancio il piano delle alienazioni" ribatte, a distanza,  l'assessore esterno al Patrimonio e al Bilancio Antonio Rusconi. "Entrambi questi provvedimenti, sia quello di Giunta che quello di Consiglio non hanno visto né rilievi né interventi riguardo a questo punto. In essi l'Amministrazione Comunale prevede il suo interesse evidente e le ragioni pubbliche per acquistare una superficie a parcheggio in via Fatebenefratelli di mq. 2.200 ca. (45 posti auto per la precisione) da adibire a parcheggio pubblico. Il valore dell'area è stato stimato dal responsabile del Settore Urbanistica di € 250.000. Purtroppo - aggiunge l'ex senatore - i limiti del patti di stabilità impediscono ai Comuni in genere investimenti non previsti a bilancio, per cui la strada della permuta con altro bene è l'unica percorribile. Tra questi era stata individuata nelle delibere sopra citate un'area di 2.000 mq a verde, non edificabile, in zona Parè, che non ha avuto specifica destinazione nell'ambito del progetto di riqualificazione dell'area a lago di proprietà comunale predisposto dal Politecnico di Milano e approvato in Conferenza dei Servizi in data 13/09/2013. Si era manifestata già allora la disponibilità della società Parè Lido ad acquisire la superficie a parcheggio sita in via Fatebenefratelli in permuta della surrichiamata area di non specificata utilizzazione nel progetto di sistemazione delle aree a lago".

Il riferimento è al piano che prevede lo spostamento della strada provinciale con la creazione della camminata lungo la sponda, la discesa per gli optimist e un alaggio non fisso nonché la possibilità di cedere a privati circa il 30% del Pratone (in cambio di opere) per la creazione di un vero e proprio polo dedicato agli sport acquatici legati al vento e dunque alla vela e al kite surf.
"Un'unica considerazione finale che ha portato il Sindaco e la Giunta della nuova Amministrazione a concludere l'iter - ha concluso Rusconi - è la possibilità di imminenti nuovi parcheggi (oltre 40) a pochi metri dalla Piazza, senza alcun vincolo e che il Comune deciderà liberamente come regolamentare, su un'area già utilizzata, urbanizzata, solo rendendo pubblici dei parcheggi che erano privati. Il sacrificio per l'Amministrazione Comunale è inoltre assai relativo perché nulla viene modificato sia del Piano approvato in termini di parcheggi o altro, né degli investimenti o delle aree collegate al progetto di valorizzazione dell'area di Parè".
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
Print Friendly and PDF