Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 70.298.097
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Lunedì 05 dicembre 2016 alle 21:58

Referendum, Straniero: il futuro è più incerto

La sovranità appartiene al popolo, che, con un'affluenza molto alta alle urne, elemento in sé estremamente positivo come prova di democrazia e di partecipazione, ha scelto in modo netto di "bocciare" la legge di riforma costituzionale approvata dal Parlamento e soggetta ieri a referendum.
A mio avviso si tratta di un'occasione mancata per un adeguamento della nostra Costituzione, al fine di far funzionare meglio la democrazia, senza metterne in discussione i valori di fondo, ma evidentemente questa non è l'opinione della maggioranza degli italiani.
Matteo Renzi, ancora una volta, ha mantenuto la parola data e si dimette da Presidente del Consiglio. Ha sbagliato a "personalizzare" questa partita ma merita il massimo apprezzamento sia per la proposta di una riforma costituzionale sia per la coerenza nel dare le dimissioni.
Ora, però, ahimé, il futuro dell'Italia è più incerto!
Raffaele Straniero - consigliere regionale PD Lombardia
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco