Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 69.920.404
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Sabato 09 febbraio 2019 alle 19:30

Monte Marenzo: parere in ritardo, slitta il bilancio. In stand-by anche l'adesione a 'Girasole'

Il sindaco Paola Colombo
L'Amministrazione Comunale di Monte Marenzo si è vista costretta a rinviare al prossimo 25 febbraio l'approvazione del bilancio di previsione del triennio 2019-20 a causa di un ritardo nel deposito agli atti del parere del revisore dei conti: uno "slittamento", tuttavia, non senza conseguenze, dal momento che la relativa delibera sarebbe stata propedeutica alla ratificazione, anch'essa inserita all'ordine del giorno della seduta di venerdì 8 febbraio, dell'ingresso del paese nel Consorzio di Impresa Sociale "Girasole", il nuovo sistema gestionale dei servizi sociali dell'Ambito Distrettuale di Lecco patrimonialmente diviso in un 51% no profit e un 49% privato. Il regolamento di contabilità del Comune di Monte Marenzo, del resto, prevede che il parere del revisore dei conti debba essere depositato agli atti almeno venti giorni prima della discussione in Aula del bilancio, cosa che questa volta non è avvenuta: il documento in questione è infatti datato 5 febbraio. Di fronte alla netta contrarietà del gruppo di opposizione ad approvare comunque il piano finanziario, in Consiglio il sindaco Paola Colombo ha quindi deciso di rinviare il punto all'ordine del giorno, con tutto ciò che ne conseguirà: sul piccolo Comune della Valle San Martino, infatti, "incombe" l'urgenza di dover ratificare la delibera necessaria per l'adesione al Consorzio di Impresa Sociale - con il termine in scadenza il 14 febbraio - per evitare di trovarsi "a piedi" nella gestione di una serie di servizi fondamentali per l'intera cittadinanza.
"In Aula, in accordo con la minoranza, si è quindi stabilito di convocare nuovamente il Consiglio mercoledì sera, un giorno prima rispetto al termine ultimo per l'ingresso nel Consorzio" ha spiegato il sindaco Paola Colombo, costretta a correre ai ripari dopo la "minaccia" del gruppo di opposizione guidato da Fabrizio Losa di fare ricorso al TAR. Ciò, tuttavia, per ovvie ragioni, senza l'ufficialità dell'inserimento nel bilancio dei 700 euro richiesti al Comune di Monte Marenzo, in base a un calcolo fondato sul numero di abitanti, per l'ingresso in "Girasole", un punto sul quale in ogni caso lo schieramento di minoranza si dirà contrario. "Avevamo già preso questa posizione, anche alla luce delle numerose criticità sul Consorzio sollevate dall'attuale Amministrazione di Calolziocorte" ha commentato il consigliere Christian Malighetti. "Ora, poi, sarà da vedere come si concluderà questa vicenda: i 700 euro, pochi o tanti che siano, potrebbero anche trasformarsi in un debito fuori bilancio...".
B.P.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco