Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 70.002.252
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Domenica 12 maggio 2019 alle 21:05

'L'orgoglio alpino' lecchese all'adunata di Milano, nel secolo di fondazione di A.N.A.

La tre giorni della storica adunata degli Alpini - quella del centenario - che ha visto quale scenario la città di Milano, ha conosciuto il momento clou quest'oggi, con la suggestiva sfilata che ha visto fra i protagonisti anche i gruppi lecchesi.

La sfilata dei gruppi alpini lecchesi attraversa Piazza Duomo

Riunitesi in Viale Majno, in zona Porta Venezia, nel primo pomeriggio, le penne nere della sezione di Lecco guidate dal presidente Marco Magni hanno raggiunto qualche ora più tardi il castello Sforzesco, tappa finale della loro ''marcia'' - ordinata e disciplinata - passando per la bellissima cornice di Piazza Duomo, gremita di pubblico e di autorità nella tribuna d'onore allestita dinnanzi a Palazzo Reale. Grazie ai loro cappelli verdi con la penna, alle inconfondibili camicie a quadrettoni e soprattutto al grande entusiasmo, gli Alpini hanno saputo coinvolgere un pubblico di amici, simpatizzanti e curiosi, che hanno assistito affascinati al corteo snodatosi per le strade del capoluogo lombardo.

VIDEO
La partenza della sfilata da Porta Venezia


VIDEO
Il passaggio dei lecchesi da piazza Duomo



La loro partecipazione è stata definita ''grandissima'' dalle centrali operative delle forze dell'ordine, che hanno presidiato l'intero percorso lungo il quale si è mosso il corteo.
I gruppi della nostra provincia non facevano parte soltanto della sezione di Lecco, ma anche di quella di Bergamo (per i comuni della Valle San Martino), di Monza (Casatenovo) e Milano (Missaglia), oltre a Colico che come noto ha una propria sezione autonoma.
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

Al seguito delle penne nere c'erano i sindaci o i loro delegati: una presenza numerosa, con alcuni nella duplice veste di amministratori e alpini. Non mancava neppure Virginio Brivio, in rappresentanza non solo della città di Lecco, ma anche di Anci Lombardia, di cui è presidente.

Parte degli amministratori lecchesi presenti all'adunata di Milano


Una partecipazione sentita, a testimonianza del ruolo dell'ANA, punto di riferimento per le comunità e sempre pronta a scendere in campo quando c'è bisogno di aiuto concreto o di gesti di solidarietà.
L'accompagnamento musicale è stato affidato alle note del Coro Grigna, della banda di Esino, della banda alpina di Lecco e dei Picett del Grenta.

Umberto Polvara tra gli alpini del gruppo Maggianico-Chiuso


Da segnalare la presenza di un ''fedelissimo'' dell'associazione e delle sue adunate: Umberto Polvara, lecchese del gruppo Maggianico-Chiuso, da settant'anni in prima linea in tutte le adunate alpine. A partire da quella di Bassano del Grappa (Vicenza) nel lontano 1948, sino a quella milanese odierna, ancora più sentita perchè organizzata nel centenario di fondazione dell'ANA. ''Ne ho persa soltanto una'' ci ha detto orgoglioso della sua appartenenza al corpo degli alpini, mentre si preparava a sfilare verso Piazza Duomo.

Dino Sala e Marco Magni, rispettivamente consigliere e presidente ANA provinciale Lecco


Circa 100mila i partecipanti alla sfilata: la prima a muoversi è stata la Sicilia, l'ultima la Lombardia, la regione ospitante che in questi giorni è stata raggiunta da oltre 500mila persone. Sul palco allestito in Piazza Duomo oltre al Ministro Elisabetta Trenta accompagnato dal Capo di Stato Maggiore della Difesa generale Enzo Vecciarelli e dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti, sono saliti il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, e il prefetto, Renato Saccone.

Tra i vertici militari il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, generale di Corpo d'Armata Salvatore Farina, il comandante delle Truppe alpine, generale di Corpo d'Armata Claudio Berto e il generale Claudio Graziano, presidente del Comitato militare dell'Unione Europea.

Insomma, tre giorni di festa, ore e ore di sfilata, tanto entusiasmo e una certezza: in questo 2019 l'orgoglio alpino ha invaso Milano.
Gloria Crippa - Alice Mandelli
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco