Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 69.916.415
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 14 maggio 2019 alle 14:29

Calolzio: non ottengono il finanziamento richiesto, i Sikh non apriranno un loro centro in paese

L'immobile dell'ex cinema Manzoni
I Sikh non si insedieranno a Calolzio: il mancato ottenimento del finanziamento chiesto dall'Associazione Gurdwara Kalgidhar ha costretto la stessa a ritornare sui propri passi, rinunciando all'apertura di una propria sede sul territorio comunale del capoluogo della Val San Martino. La comunicazione arriva direttamente da Dilbab Singh, presidente del sodalizio, costituito da indiani di fede Sikh, da tempo residenti in Italia e ben integrati, desiderosi di trovare una soluzione per incontrarsi e promuovere iniziative culturali.
Non rinascerà dunque a nuova vita l'ex cinema Manzoni, offerto dell'amministrazione comunale all'Associazione, quale possibile location per le loro attività non dando seguito all'idea originariamente prospettata di acquistare un immobile a Sala, scelta che avrebbe potuto innescare "problematiche urbanistiche e sociali".
"La proposta "cinema Manzoni", alternativa alla ipotesi su cui abbiamo operato e su cui ci eravamo impegnati con un imprenditore locale, sarebbe stata ben accetta se si fossero verificate diverse condizioni discusse con la stessa amministrazione comunale alla presenza dell'imprenditore stesso. Purtroppo la "Banca Prossima", a cui ci eravamo rivolti per ottenere il finanziamento, dopo vari incontri e richieste di documentazione, non ha ritenuto l'iniziativa idonea alla concessione di un mutuo" spiega il Presidente in una missiva indirizzata al Comune. "Questa imprevista determinazione non ci consente di procedere né con l'imprenditore locale a cui comunque sarebbe andata la nostra preferenza né con l'amministrazione. Si ringrazia comunque il sindaco per la disponibilità dimostrata".

© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco