Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 69.917.064
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
cartoline
Scritto Martedì 14 maggio 2019 alle 16:35

Manzoni: ritirata la querela che aveva portato un oculista in Tribunale

Si è chiusa definitivamente ieri mattina la vicenda giudiziaria che vedeva coinvolto un medico oculista in forze all'ospedale Manzoni di Lecco. A trascinare il dottore S.C. nelle aule del tribunale era stato un suo paziente che aveva iniziato il suo "calvario" esattamente tre anni fa, il 13 maggio del 2016, quando in maniera del tutto improvvisa aveva iniziato ad avere dei problemi alla vista e si era recato al pronto soccorso del Manzoni; l'uomo -classe 1971, di Valgreghentino- finirà per perdere completamente la vista dall'occhio destro, organo poi "salvato" in extremis dai dottori dell'ospedale di Monza a cui si è rivolto dopo aver lasciato il nosocomio lecchese. Lesioni personali colpose, aggravate per aver causato l'indebolimento di un senso: questa l'accusa mossa nei confronti del camice bianco, difeso dall'avvocato del foro di Lecco Stefano Pelizzari.
Ieri mattina in aula il giudice Enrico Manzi e il Vpo Mattia Mascaro hanno preso atto della scelta operata dalla parte offesa (che si era costituita parte civile, rappresentata dall'avvocato Stefano Motta) di ritirare la querela sporta nel febbraio del 2017, estinguendo di fatto il reato.
Articoli correlati:
18.03.2019 - Manzoni: paziente perde la vista da un occhio, l'oculista a processo
B.F.
© www.leccoonline.com - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco